Adv
Home Notizie Attualità Coronavirus, assaggio di terza ondata: nuove misure dal 30 gennaio

Coronavirus, assaggio di terza ondata: nuove misure dal 30 gennaio

Il governo ceco stringe la morsa delle misure restrittive in vista di una possibile terza ondata di COVID-19 e preoccupato delle mutazioni.

Il governo della Repubblica Ceca stringe ulteriormente i divieti per cercare di contenere quanto possibile la diffusione del COVID-19.

Dalla mezzanotte di sabato 30 gennaio 2021 (la notte tra venerdì e sabato per quelli che ancora non lo capiscono) è stata decisa l’introduzione delle seguenti misure.

Test gratuiti

Da venerdì le persone potranno ricevere un test covid-19 gratuito ogni tre giorni. Il ministero vuole consentire test più frequenti da parte del pubblico, principalmente a causa del verificarsi di nuove mutazioni del coronavirus, che sono più contagiose della variante originale. La mutazione britannica è presente in Repubblica Ceca almeno dall’inizio di dicembre 2020.

Alloggio in hotel solo con conferma del datore di lavoro

I servizi di alloggio saranno disponibili solo per le persone in viaggio d’affari, senza familiari. Chi è interessato a soggiornare dovrà dar prova di sé mediante una conferma scritta del datore di lavoro o del cliente del servizio nel caso di lavoratori autonomi.

I fornitori di servizi di alloggio dovranno conservare il certificato. Fino ad ora la struttura ricettiva poteva servire solo ospiti in viaggio d’affari, ma il governo ha deciso di specificare le misure. Il regolamento entrerà in vigore dalla mezzanotte del venerdì al sabato.

I servizi di alloggio continueranno ad essere aperti alle persone a cui è stato ordinato di lavorare ai sensi della legge sulla crisi, alle persone con isolamento o quarantena ordinati e anche agli stranieri se non hanno un’altra residenza in Repubblica Ceca e risiedono nel paese in conformità con regolamenti.

In chalupa solo con la famiglia

Le persone potranno recarsi nelle proprie strutture ricreative solo con i membri di una sola famiglia. Tuttavia, la raccomandazione del governo è di restare a casa.

Divieto di visite ospedaliere

Nell’ambito del provvedimento, il gabinetto ha rinnovato il divieto di visitare i pazienti negli ospedali con persone in letti per acuti. Restano alcune eccezioni nelle regole, come la presenza di una terza persona alla nascita, le visite a persone con disabilità limitata o pazienti pediatrici.

Chiuse funivie e impianti di risalita, ma con eccezioni

Le funivie e gli impianti di risalita non potranno più circolare tranne che per sciatori o escursionisti. Solo i componenti del sistema di salvataggio integrato potranno utilizzarli.

Scuole guida con FFP2

Nelle scuole guida, istruttori e studenti dovranno utilizzare respiratori di classe FFP2 o KN95.

Chiusi i mercati all’aperto

Dalla mezzanotte tra venerdì e sabato si applicherà il divieto di vendita di merci nei mercati e stabilimenti mobili. L’operazione resta consentita solo ai negozi che vendono generi alimentari e alle drogherie nei comuni dove non è possibile acquistare questi beni altrove.

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Exit mobile version