6.2 C
Praga
TM Ads

L’altra Praga: Palazzo Desfours

Date:

Share:

- FM Ads -

A prima vista, Palazzo Desfours sembra un palazzo qualsiasi in stile neoclassico. Ma è dietro quell’austera facciata che si nascondono interni magnificamente decorati.

Palazzo Desfours (Desfourský palác) fu costruito durante gli anni 1845–1847 dall’architetto ceco Josef Kranner, su commissione dell’uomo d’affari Albert Klein von Wiesenberg.

Nel 1847 il nobile Franz Desfours-Walderode lo acquistò come residenza per la sua famiglia. Tuttavia, i Desfours non vi restarono a lungo, poiché il nobile morì nel 1969 e la moglie vendette il palazzo subito dopo.

Nel 1900 l’edificio fu comprato dalla famiglia Krasnopolski, che fu sterminata dai nazisti durante la seconda guerra mondiale.

- TM Ads -

In seguito, il palazzo cambiò diversi proprietari e subì pesanti modifiche. Durante l’occupazione comunista, una parte dello stabile divenne la sede del Rudé právo (la legge rossa), il giornale ufficiale del partito, l’ala ovest venne demolita e il resto del palazzo fu suddiviso in appartamenti e uffici.

Finalmente, nel 1958 Palazzo Desfours fu dichiarato monumento culturale nazionale, ma rimase in uno stato fatiscente e di abbandono, così come lo troviamo oggi.

Il palazzo si distingue soprattutto per gli interni di grande pregio e per la sua decorazione, a cui parteciparono il pittore Karel Nacovský e lo scultore Ferdinand Pischelt.
Molti dei soffitti mantengono le meravigliose pitture con i motivi originali. In alcune stanze sono ancora presenti i pavimenti in legno e il mobilio, le porte e le finestre in stile Art Nouveau. Da non perdere è l’imponente scala, che all’epoca rappresentava l’ingresso principale, con pavimenti in mosaico, pareti in marmo artificiale e ringhiere in ghisa.

Il Museo della città di Praga è oggi il proprietario di Palazzo Desfours e ha sviluppato un progetto di recupero e ricostruzione che durerà all’incirca sette anni.
Durante il breve tempo a disposizione, prima che i lavori inizino, si può entrare nel palazzo tramite le visite guidate dell’associazione Open House Praha o durarante le giornate aperte, che si svolgono a Maggio.
 

Leggi anche: Invalidovna: il barocco ceco unito a missione sociale


Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato su cosa succede a Praga e in Repubblica Ceca, metti Mi Piace sulla nostra pagina Facebook “Italia Praga one way” e aggiungimi agli amici.
Non dimenticare di seguire anche il nostro canale Instagram.
Hai domande da farci? Iscriviti al gruppo ufficiale “Italiani in Repubblica Ceca”.

- FM Ads -
Marci Muchomůrka
Marci Muchomůrka
La papessa | Ameba cittadina del mondo. Proviene dalla città eterna ma sogna di stabilirsi in Kyrgyzstan per aprire un import-export di olivello spinoso. Prima di trapiantarsi a Praga ha fatto l'interrail dei luoghi più piovosi d'Europa, che comincia in Irlanda, passa dai Carpazi e finisce a Udine. Nel frattempo, per Italia Praga One Way scrive di temi e luoghi che non interessano a nessuno, ricevendone come guiderdone 1L di succo di zenzero e curcuma ogni mese.
FM Ads

━ more like this

CS IIC: “Sardegna, un’emozione da vivere tutto l’anno”

Si trasmette il comunicato stampa dell’Istituto italiano di cultrura (IIC) a Praga relativo a un ciclo di iniziative con i tour operator dell’Europa centrale...

CS IIC: “lo spazio incontra la cultura”, workshop su come scoprire e preservare il patrimonio culturale dallo spazio

Si trasmette il comunicato stampa dell'Ambasciata d'Italia a Praga relativo al workshop "Lo spazio incontra la cultura", svoltosi all'Istituto italiano di Cultura di Praga...

CS ICC: “Spirito di pace”, personale del Maestro Giorgio Celiberti per il giorno della memoria

Riportiamo il comunicato stampa dell’Istituto italiano di cultura (IIC) sulla mostra personale del Maestro Giorgio Celiberti per il giorno della memoria. Nel quadro delle commemorazioni...

Altra Praga: la casa del suicida e la casa della madre del suicida

Il monumento "Casa del suicida e Casa della madre del suicida" è dedicato a Jan Palach e a sua madre Libuše Palachová. L'installazione Casa del suicida...

Praga ricorda Angelo Maria Ripellino: conferenza all’IIC

Si trasmette il comunicato dell’Istituto italiano di cultura (IIC) di Praga relativo al programma di eventi in onore di Angelo Maria Ripellino. In occasione del...

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.