3.9 C
Praga
lunedì, Novembre 28, 2022
HomeNotizieEventiIIC: programma di dicembre 2022

IIC: programma di dicembre 2022
I

Iscriviti alla nostra newsletter

Si trasmette il programma di eventi per dicembre 2022 dell’Istituto italiano di cultura (IIC) di Praga.

A dicembre 2022 abbiamo due eventi parecchio importanti. Prima la visita di Toni Servillo, poi il MittelCinemaFest.

Saluto del nuovo direttore dell’IIC, Fabrizio Iurlano

Care amiche, cari amici della nostra cultura e del nostro stile di vita,

una gran varietà di eventi ci attende in dicembre per festeggiare i 100 anni dalla fondazione del nostro Istituto: musica, teatro, cinema, fotografia, arte del presepe.

Ciascuno presenta motivi di straordinario interesse: il famoso attore Toni Servillo ci accompagnerà, interpretando un testo di Giuseppe Montesano, in un viaggio appassionante tra le “voci” di Dante, alla ricerca della loro eco nella nostra esperienza di uomini e donne di oggi; l’edizione 2022 del MittelCinemaFest ci porterá ancora una volta tanti film italiani; avremo con noi la grande Cecilia Bartoli ne La clemenza di Tito di Mozart; ospiteremo nella nostra sede una mostra di opere del fotografo Marco Gualazzini e un prezioso presepe napoletano proveniente dalle collezioni del Museo delle Civiltá di Roma; infine, il Teatro di San Carlo di Napoli, –  il più antico teatro d’Opera al mondo – porterà presso la sala Dvořák del Rudolfinum, sotto la direzione del M° Maurizio Agostini, la propria orchestra e i migliori giovani talenti provenienti dalla sua Accademia di canto.


1 dicembre – Toni Servillo – Le voci di Dante 

Un nuovo viaggio per Toni Servillo, nel segno di Dante e di un patrimonio culturale unico al mondo qual è quello rappresentato dalla Divina Commedia. Uno spettacolo che affronta una delle opere fondanti della letteratura mondiale attraverso l’originale chiave di lettura offerta da uno scrittore napoletano contemporaneo, Giuseppe Montesano.

Una collaborazione tra Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Ambasciata d’Italia in Repubblica Ceca, Istituto italiano di cultura di Praga, Piccolo Teatro di Milano, Teatro ABC di Praga.

In italiano con sovratitoli cechi

Giovedì 1. 12., ore 19:30
Vodičkova 699/28, Praga 1
Galleria U Nováků

Per maggiori informazioni e biglietti

2-8 dicembre – Mittelcinemafest

Festival centro-europeo del cinema italiano contemporaneo 

Anche quest’anno, per la decima volta al cinema Lucerna di Praga, sette giorni di proiezioni dal 2 all’8 dicembre.

Ci attendono nove prime assolute in Repubblica Ceca ed un concerto dedicato a Ennio Morricone interpretato dall’ensemble Czech virtuosi insieme al soprano Vera Talerko sotto la direzione del Mº Walter Attanasi.

Organizzano l’Ambasciata d’Italia a Praga, l’Istituto Italiano di Cultura, la Camera di Commercio e dell’Industria Italo-Ceca, Cinecittà e il cinema Lucerna di Praga, in collaborazione con numerosi partner.

I biglietti potranno essere acquistati online o alla cassa del cinema Lucerna.

Il programma dettagliato delle proiezioni vi verrà inviato nei prossimi giorni.


9 dicembre – Cecilia Bartoli – La clemenza di Tito

La famosa mezzosoprano di coloratura Cecilia Bartoli è conosciuta come “La Gioiosa”. Anche a Praga ha presentato in passato alcuni dei tanti eccezionali progetti che la vedono protagonista. Nel 2023 sarà la prima donna nella storia dell’Opéra de Monte-Carlo ad assumerne la direzione. Per un importante progetto in collaborazione con l’orchestra Les Musiciens du Prince Monaco ha scelto uno dei suoi ruoli emblematici, quello di Sesto, lo sfortunato innamorato de La clemenza di Tito di Mozart. Si tratta di un’opera di particolare importanza per Praga: la prima assoluta fu diretta da Mozart il 6 settembre 1791, tre mesi prima di morire, al Teatro degli Stati. La tournée che propone quest’opera mozartiana toccherà otto importanti sale europee e culminerà proprio a Praga. Il cast è davvero stellare, a cominciare dalla stessa Cecilia Bartoli e dall’eccezionale tenore americano John Osborne nel ruolo dell’imperatore Tito.

Il progetto è stato realizzato da Nachtigall Artists in cooperazione con l’Opéra de Monte Carlo e con l’Istituto Italiano di Cultura di Praga, con il patrocinio dell’Ambasciata d’Italia a Praga

9. 12. 2022, 19.30 Sala Smetana – Casa comunale

Per maggiori informazioni e biglietti 



13 dicembre 2022 – 5 gennaio 2023
Resilient – foto di Marco Gualazzini

La mostra presenterà l’attività creativa del fotografo di importanza internazionale Marco Gualazzini, vincitore di prestigiosi concorsi (come il World Press Photo), attraverso 53 suggestive foto, di medie e grandi dimensioni, che narrano i suoi viaggi nei Paesi africani, denunciando le privazioni di diritti umani fondamentali di cui le popolazioni locali soffrono.

Organizza la fondazione Eleutheria in collaborazione con l’Istituto Italiano di Cultura di Praga, sotto il patrocinio dell’Ambasciata italiana in Repubblica Ceca e COMITES

Cappella barocca e sala capitolare dell’IIC. Visitabile negli orari d’apertura dell’Istituto.

Lun – Gio: 10:00 – 17:00
Ven: 10:00 – 13:00


18 dicembre – Teatro San Carlo di Napoli – Gala d’opera

Il Teatro di San Carlo di Napoli è il più antico teatro d’Opera del mondo in attività dalla sua fondazione, nel 1737, e tra i maggiori simboli della cultura italiana. Il compito di comunicare attraverso l’arte dei grandi compositori italiani dell’Ottocento sarà affidato al più giovane organico del Teatro napoletano, l’Accademia di Canto Lirico, avviata nel 2021 durante la pandemia di Covid19, come simbolo di rigenerazione e rinascita. Per questo concerto l’Accademia di Canto lirico del San Carlo proporrà pagine immortali delle quattro “corone” italiane del melodramma romantico: Rossini, Bellini, Donizetti e Verdi, alternate a Ouverture eseguite dall’Orchestra del Teatro di San Carlo.

Il concerto è promosso dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, dalla Direzione Generale per la Diplomazia Pubblica e Culturale in collaborazione con l’Ambasciata d’Italia e l’Istituto Italiano di Cultura in Praga.

18. 12. 2022, 19:30 – Sala Dvořák, Rudolfinum, Praga


18 dicembre 2022 – 18 gennaio 2023
Il racconto della bellezza.
L’immagine del Natale nel presepe napoletano

L’arte del presepe napoletano, importante testimonianza della tradizione e della religiosità nazionali, affonda le sue radici nei saperi popolari e artigianali dell’Italia barocca. Per questa mostra celebrativa del centenario del nostro Istituto è stato scelto il cosiddetto “Presepe del Re”, spettacolare e monumentale presepe realizzato con i pastori settecenteschi e ottocenteschi che l’etnologo Lamberto Loria raccolse, nel 1911, per la Mostra di Etnografia italiana tenutasi a Roma per i 50 anni dell’Unità d’Italia. Il presepe, composto da oltre 100 figure, si conserva oggi presso i depositi del Museo delle Civiltà di Roma.

L’iniziativa inaugura un ampio progetto di collaborazione tra Ministero degli Affari esteri e della Cooperazione internazionale – Direzione Generale per la Diplomazia Pubblica e Culturale, e Ministero della Cultura – Direzione generale Musei, volto a valorizzare all’estero il patrimonio custodito dai musei italiani e non esposto. La scelta intende valorizzare i beni culturali “invisibili”, nell’ottica di consentirne la conoscenza e la fruizione da parte di un più vasto pubblico internazionale.

Visitabile negli orari d’apertura dell’Istituto

Lun – Gio: 10:00 – 17:00
Ven: 10:00 – 13:00

Tutti gli eventi


Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato su cosa succede a Praga e in Repubblica Ceca, metti Mi Piace sulla nostra pagina Facebook “Italia Praga one way” iscriviti al gruppo.
Non dimenticare di seguire anche il nostro canale Instagram.
Hai domande da farci? Iscriviti al gruppo ufficiale “Italiani in Repubblica Ceca”.

Tiziano Marasco
Tiziano Marascohttps://www.tizianomarasco.com
Il Vojvoda | Friulano di nascita, parla 9 lingue e scrive in 4 alfabeti. Ha studiato metallistica all'università di Hedlund e seguito le lezioni del professor Krull. Alimenta la fiamma di Trockij, si è stabilito a Praga nel 2011. All'epoca stava fuggedo dalla Russia, dove aveva tentato di sabotare la rielezione di Putin. Riparato a Vienna ha provato a convincere gli austriaci a riprendere le loro terre, stabilendo però il parlamento al Karlmarxhof. Fallito anche questo tentativo, si è stabilito a Praga dove lo aveva invitato il suo amico Egon Bondy. Potete trovarlo a Žižkov travestito da Major Zeman. Per italia praga one way fa il favellatore di lingua ceca e riceve mezzo chilo di halušky al mese (con la bryndza e la slanina, mica quelli coi crauti).

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui
Captcha verification failed!
Punteggio utente captcha non riuscito. Ci contatti per favore!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Must Read