17.5 C
Praga
martedì, Maggio 17, 2022
TM
HomeNotizieEventiIIC: programma di aprile 2022

IIC: programma di aprile 2022
I

Iscriviti alla nostra newsletter

Si trasmette il programma di eventi per aprile 2022 dell’Istituto italiano di cultura (IIC) di Praga.

Come evento principale per aprile 2022 segnaliamo le giornate del cinema europeo.

1. – 2. 4. ArtDoc

1.4. 18.00 – 22.00 Agalma

Nell’ambito della breve rassegna ArtDoc, dedicata al documentario d’arte, l’Istituto Italiano di Cultura presenta “Agalma. Vita al Museo Archeologico Nazionale di Napoli”, un film di Doriana Monaco.

Nell’illusoria immobilità del grande edificio borbonico che ospita il Museo Archeologico Nazionale, un vortice di attività offre nuovo respiro a statue, affreschi, mosaici e reperti di varia natura. Il film osserva ciò che accade ogni giorno negli ambienti del museo, soffermandosi sulla quotidianità dei lavoratori, alle prese con interventi delicatissimi che necessitano di cura e tempo, e manutenzione costante. Le opere che vivono e vibrano da secoli sono monitorate come corpi viventi e tutto ciò accade mentre giungono visitatori da ogni parte del mondo, popolando le numerose sale espositive.

Il museo appare come grande organismo produttivo e rivela la sua natura di cantiere materiale e intellettuale. Agalma (dal greco “statua”, “immagine”) coglie la bellezza del museo non solo nell’evidenza della sua incantevole esposizione dell’arte classica, ma anche nelle relazioni intime e altrimenti invisibili che si realizzano al suo interno: il rapporto segreto e sempre nuovo che nasce tra i visitatori e le meraviglie dell’antichità greco-romana; il respiro appassionato di chi pianifica ogni giorno la vita del museo.

In italiano con i sottotitoli in lingua ceca

Sulla piattaforma MYmovies sarà possibile accedere dalle ore 18:00 alle ore 22:00

2.4. 18.00 – 22.00 Sulle tracce di Maria Lai

Nell’ambito della breve rassegna ArtDoc, dedicata al documentario d’arte, l’Istituto Italiano di Cultura rende omaggio a Maria Lai (1919-2013), figura di spicco del panorama artistico contemporaneo, attraverso la proiezione online del documentario “Sulle tracce di Maria Lai” (2020), scritto e diretto da Maddalena Bregani.

“Sulle tracce di Maria Lai” è un racconto circolare che inizia e termina a Ulassai, il villaggio nel cuore selvaggio della Sardegna dove Maria Lai è nata e dove è tornata a vivere negli ultimi anni della sua vita. Il documentario è la ricostruzione della sua straordinaria figura di donna e artista attraverso le voci di familiari, amici, collaboratori, artisti, storici dell’arte.

È la scoperta di una produzione artistica ricchissima e unica: dal naturalismo degli esordi, alla svolta dagli anni Sessanta – con i Telai, le Tele cucite, le Geografie – a “Legarsi alla montagna”, l’azione collettiva realizzata con i cittadini di Ulassai nel 1981, che anticipa di un decennio l’arte relazionale. È un viaggio in Ogliastra, dove Maria Lai continua a vivere: nella memoria degli abitanti di Ulassai, nel Museo Stazione dell’Arte e nelle opere di arte pubblica disseminate nel paese.

In italiano con i sottotitoli in lingua ceca

Sulla piattaforma MYmovies sarà possibile accedere dalle ore 18:00 alle ore 22:00

5. 4. / 18:00 L’Italia dal Barocco al Contemporaneo

Viaggio con la tuba di Gianmario Strappati e spigolature di Marisa Milella

La storia degli avvenimenti, delle idee e dei personaggi che hanno animato il panorama musicale italiano riflette sia lo svolgersi delle vicende storico-politiche del Paese, sia l’evoluzione del linguaggio e dei gusti estetico-musicali in Europa e nel mondo.

Il programma del concerto include brani musicali famosi, noti al grande pubblico, eseguiti dall’enfant prodige della musica classica italiana, Gianmario Strappati (tuba), accompagnato dalla pianista Mengchen Zuo. Le spigolature, dopo ogni brano musicale, collegheranno – attraverso aneddoti, curiosità, immagini, riferimenti alla letteratura, alla storia o all’architettura – la città di Praga alla regione italiana di provenienza del compositore (ad esempio, la Sicilia di Bellini, la Lombardia di Donizetti, la Toscana di Puccini, la Campania di Monti).

Attraverso la tuba, strumento particolare nel panorama concertistico internazionale, Gianmario Strappati, anconetano classe 99, ha portato in numerosi Paesi la grande musica italiana. In veste di solista oppure accompagnato da formazioni cameristiche o insieme a grandi orchestre, si è esibito in Europa, negli Stati Uniti, in Sudafrica e in Sudamerica. È stato il primo tubista a vincere il prestigioso Premio Nino Rota. La rivista americana Christopher Magazine gli ha riservato la cover di un numero speciale a lui dedicato quale “artista dell’anno 2020”. È Ambasciatore di Missioni Don Bosco per la musica nel mondo.

Storica dell’arte e Direttore Coordinatore del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e il Turismo fino al 2016, Marisa Milella ha ricoperto diversi incarichi tra i quali Direttore del Castello di Copertino (LE) e curato numerose mostre a livello nazionale ed internazionale. Membro della Società di Storia Patria e dell’Accademia Pugliese delle Scienze, è autrice di oltre 60 pubblicazioni.

Cappella barocca dell’Istituto Italiano di Cultura, Vlašská 34

In italiano con traduzione in ceco

Ingresso libero e nel rispetto delle norme vigenti

Per partecipare è necessario registrarsi tramite Eventbrite.

6. – 13. 4. Giornate del cinema europeo 2022

L’Istituto Italiano di Cultura di Praga collabora anche quest’anno alle Giornate del cinema europeo, il festival ceco interamente incentrato sulla produzione cinematografica dell’Europa contemporanea, sostenendo la partecipazione dei seguenti film:

  • A Chiara di Jonas Carpignano
  • Lovely Boy di Francesco Lettieri

Il festival si terrà dal 6 al 13 aprile a Praga, Brno, Ostrava e in altri centri della Repubblica Ceca, e vedrà la partecipazione di 40 film provenienti da circa 30 Paesi.

Con il sostegno dell’Istituto Italiano di Cultura di Praga.

Maggiori informazioni sul programma e sulle sale cinematografiche sono disponibili sul sito del Festival.

13. 4. – 27. 6. Edoardo Erba: Pstruzi / Trote

Teatro Ungelt

Maurizio, meccanico, e Luigi, operaio di fabbrica e pescatore appassionato non si erano ancora mai incontrati. A farli conoscere è uno scambio di cartelle cliniche: i due portano infatti un cognome simile. Quante cose possono scoprire di sé stessi e della propria vita mentre pescano insieme?

Una commedia del noto drammaturgo italiano Edoardo Erba che parla di paure che è possibile affrontare solo con una buona dose di umorismo. Traduzione di Marina Feltlová.

Con il contributo dell’Istituto Italiano di Cultura

Maggiori informazioni sul sito del teatro

20. 4. / 18:00 ZOOM Club del libro

Il Club del libro è un gruppo di lettura dedicato alla letteratura italiana in traduzione ceca.

È aperto a chiunque desideri partecipare e scambiare impressioni e opinioni legate a letture di autori italiani.

Scegliamo ogni volta un libro diverso su cui discutere insieme, classici o novità, senza preferenze di genere. Agli appuntamenti interviene un traduttore, un redattore, un esperto o un appassionato di letteratura italiana che ha il compito di stimolare e moderare la discussione. Non si tratta dunque di una conferenza, ma di un dialogo a tema.

Per l’incontro del 20 aprile alle ore 18:00 abbiamo scelto L’Arminuta, di Donatella Di Pietrantonio, tradotto in ceco da Marina Feltlová e pubblicato dalla casa editrice Argo. A moderare l’evento sarà Marina Feltlová.

Gli appuntamenti sono indipendenti e si svolgono su zoom in lingua ceca.

Organizzato dall’Istituto Italiano di Cultura.

Per partecipare è necessario registrarsi tramite la piattaforma Eventbrite – due giorni prima dell’evento verrà comunicato un link per la partecipazione su zoom.

Aprile | Teatro Nazionale di Praga: SERATE ITALIANE

Teatro Nazionale (Národní divadlo)

Offerta riservata al pubblico dell’Istituto Italiano di Cultura.

L’Italia avrà un ruolo di primo piano nel programma di spettacoli di balletto e opera che il Teatro Nazionale Ceco presenta nel mese di aprile. Siamo lieti di comunicare che il pubblico dell’Istituto Italiano di Cultura potrà usufruire per l’intero periodo di uno sconto del 20% sul prezzo del biglietto.

Národní divadlo (narodni-divadlo.cz)

fino al 24. 4. – Il paesaggio – L’infinito

L’Associazione degli artisti grafici cechi HOLLAR presenta Il paesaggio – L’infinito, mostra collettiva di Andrea Ballardini, Pavel Piekar e Zbyněk Hrab.

Il titolo della mostra rimanda alla celebre poesia di Giacomo Leopardi. Se nei propri versi Leopardi è riuscito a combinare sensibilità romantica e disciplina classica, altrettanto caratteristico per gli artisti in mostra è un compenetrarsi di ispirazione sensoriale (prospettiva unica ed esperienza individuale) e abilità tecnica, nell’esplorare le possibilità che i mezzi di espressione tradizionale offrono oggi. Per gli artisti, la storia dell’arte dei secoli passati è un libro aperto a cui continuare a ispirarsi.

Entriamo pertanto in un paesaggio dove oltre il primo orizzonte se ne aprono altri, colmi di infinito, di silenzio smisurato e profonda quiete eterna. La mostra è stata realizzata in collaborazione con l’Istituto Italiano di Cultura ed è un dialogo tra due grafici praghesi e un artista bolognese che ha un forte legame con Praga, città in cui è nato e ha trascorso la propria giovinezza.

Galleria Hollar, Smetanovo nábřeží 6, 110 00 Praga 1

Tutti gli eventi


Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato su cosa succede a Praga e in Repubblica Ceca, metti Mi Piace sulla nostra pagina Facebook “Italia Praga one way” iscriviti al gruppo.
Non dimenticare di seguire anche il nostro canale Instagram.
Hai domande da farci? Iscriviti al gruppo ufficiale “Italiani in Repubblica Ceca”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Must Read