3.7 C
Praga
martedì, Novembre 29, 2022
HomeVivereFuori PragaPlečnik e la riserva presidenziale di Lány

Plečnik e la riserva presidenziale di Lány
P

Iscriviti alla nostra newsletter

Il castello di Lány è un edificio barocco situato nella regione della Boemia centrale, a ovest di Praga.

Immagino vi starete chiedendo cosa c’entri Plečnik con un edificio barocco. Ebbene, l’architetto si occupò della realizzazione di numerose opere, soprattutto nel parco del castello di Lány.

Intorno alla metà del XVI secolo, sul sito di una fortezza medievale, fu costruito a Lány un castello rettangolare a un piano, dalla famiglia Žejdlic di Šenfeld.
Nel 1589 la costruzione divenne la base del castello imperiale che Rodolfo II usava come tenuta da caccia.

Tra il XVII e il XVIII secolo vennero apportate innumerevoli modifiche barocche. E nella seconda metà del XVIII secolo, l’area passò nelle mani della famiglia dei principi di Fürstenberg, che ampliò il castello, aggiungendo una cappella e modificando il parco.

Nel 1921 lo stato cecoslovacco comprò il castello, che divenne la residenza estiva di Masaryk. La tenuta di Lány piacque talmente tanto al presidente da divenire la sua residenza permanente a partire dal 1935.

Masaryk incaricò Jože Plečnik di modificare sia il castello che il parco. Sappiamo già che Plečnik era diventato l’architetto preferito del presidente, con il progetto di rinnovamente del castello di Praga, per cui la scelta non fu difficile.

Le modifiche paesaggistiche e architettoniche che Plečnik apportò furono dirette maggiormente alle zone esterne e al parco.

Il progetto di Plečnik include un monumento ai caduti della Prima Guerra Mondiale e una fontana piramidale, situati davanti all’entrata principale del parco del castello.
L’architetto si occupò anche dell’ampliamento della serra delle palme, alla quale aggiunse un’ala centrale verticale e una fontana. Inoltre, Plečnik realizzò tre ponti in pietra sul ruscello interno al parco e collocò alcune panchine (dette le panchine presidenziali), che offrono una vista spettacolare del castello.

Il copyright di questa foto ci appartiene

 

Come ultima realizzazione, nel 1929, Plečnik costruì un’opera monumentale, come vero e proprio simbolo del nuovo stato: la Fontana del Leone. Questa si trova sul tratto di muro di cinta presso il laghetto nella parte orientale del parco.

L’opera si compone di un muro di mattoni marroni, unito a cinque colonne doriche di pietra chiara, decorate con cinque teste di leone in bronzo. Ogni leone rappresenta un paese della Cecoslovacchia: la Boemia, la Moravia, la Silesia, la Slovacchia e la Rutenia Subcarpatica. Da ciascuna testa di leone l’acqua sgorga sfociando in una vasca comune, da cui fuoriesce tramite un’altra testa di leone, che simboleggia lo stato comune (la repubblica Cecoslovacca), istituito nel 1918.

Informazioni turistiche

Il parco è aperto ai visitatori ogni anno dal sabato prima di Pasqua al 31 ottobre. I giorni di visita sono il mercoledì e il giovedì dalle 14:00 alle 18:00 e il weekend e i festivi dalle 10:00 alle 18:00. Inoltre ci sono due aperture speciali: il giorno della nascita e il giorno della morte di Masaryk (7 marzo e 14 settembre).
L’ingresso costa 15 corone e si paga solamente in contanti. Tutte le informazioni sono contenute in questa pagina.
Il castello non è invece accessibile al pubblico.

Come arrivare:

  • Con il treno da Praga Masarykovo nádraží fino a Stochov e poi una camminata di 2 km circa fino all’entrata del castello.
    Se non volete farvi quel pezzo di strada a piedi, potete optare per una connessione con l’autobus 577 o 619 da Stochov a Lány.
  • Con l’autobus 305 da Zličín fino a Lány, o con il 405 da Zličín fino a Stochov.
  • Con l’autobus 304 o 365 da Motol fino a Stochov.
  • In sella a una bicicletta per un percorso di circa 40 km se si parte dal centro di Praga, oppure di 30 partendo da Zličín.

I nostri articoli per i 150 anni dalla nascita di Jože Plečnik


Da quasi un decennio siamo al servizio della comunità italiana in Repubblica Ceca.
Se ti piace il nostro lavoro e vuoi premiare il nostro impegno, ti chiediamo un piccolo contributo per sostenere il progetto di italia praga one way.

Puoi donare usando qualsiasi carta di pagamento.
Un paio di birre ce le saremo meritati, no? 🙂
Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato su cosa succede a Praga e in Repubblica Ceca, metti Mi Piace sulla nostra pagina Facebook “Italia Praga one way” e aggiungimi agli amici.
Non dimenticare di seguire anche il nostro canale Instagram.
Hai domande da farci? Iscriviti al gruppo ufficiale “Italiani in Repubblica Ceca”.

Marci Muchomůrka
Marci Muchomůrka
La papessa | Ameba cittadina del mondo. Proviene dalla città eterna ma sogna di stabilirsi in Kyrgyzstan per aprire un import-export di olivello spinoso. Prima di trapiantarsi a Praga ha fatto l'interrail dei luoghi più piovosi d'Europa, che comincia in Irlanda, passa dai Carpazi e finisce a Udine. Nel frattempo, per Italia Praga One Way scrive di temi e luoghi che non interessano a nessuno, ricevendone come guiderdone 1L di succo di zenzero e curcuma ogni mese.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui
Captcha verification failed!
Punteggio utente captcha non riuscito. Ci contatti per favore!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Must Read