Banche in Repubblica Ceca: quali sono i migliori istituti dove aprire un conto corrente

Si sa, tra i principali passi da intraprendere una volta espatriati figura quello di aprire un conto in banca.

0
2959
Banche in Repubblica Ceca: quali sono i migliori istituti dove aprire un conto corrente

Che cos’è l’effrazione di una banca di fronte alla fondazione di una banca?

Bertold Brecht, “L’opera da tre soldi”

Si sa, tra i principali passi da intraprendere una volta espatriati figura quello di aprire un conto in banca. La Repubblica Ceca, da questo punto di vista, presenta l’ulteriore handicap di essere un paese al di fuori della zona euro. Il che sostanzialmente si traduce in ulteriori commissioni accessorie (poplátky in ceco) ogni qual volta si desidera inviare o ricevere denaro dall’estero.

Il settore bancario ceco, come molti altri (data l’onda di neoliberismo che affligge l’UE da un po’ di tempo), si presenta diviso in due fasce:

  1. da un lato le banche grandi, o comunque tradizionali, caratterizzate da un gran numero di commissioni – per aprire il conto, la commissione mensile, per i prelievi da bancomat esterni, per i pagamenti esteri;
  2. dall’altro le banche nuove, che offrono la maggior parte dei servizi gratis o con commissioni irrisorie

La scelta sembrerebbe logica, se non fosse per un elemento determinante: le banche devono la maggior parte dei loro proventi proprio alle commissioni.

Sicché, delle molte banche aperte di recente, molte risultano in passivo e non è ben chiaro quanto a lungo sopravvivranno, a meno di non introdurre commissioni.

Per esperienza dunque, noi consigliamo di affidarci a due banche (nuove), che nell’ultimo periodo si stanno comportando bene.

  1. Equabank: questa banca è stata in passivo per circa 5 anni, tuttavia nel 2015 c’è stata un’inversione di tendenza. È senza dubbio la miglior banca in quanto a offerta. Commissioni zero, prelievo gratuito da qualsiasi bancomat in Repubblica Ceca, possibilità di creare il conto direttamente online, nessuna commissione per bonifici esteri. E se porti un amico ti danno pure un bonus di qualche centinaio di corone (a te e a lui).
  2. Fio: di tutte le nuove banche, Fio è l’unica ad essere stata in attivo fin dalla fondazione, è dunque la più stabile tra le nuove. Ciò detto, è anche l’unica banca “nuova” con delle commissioni. Solamente due però. 20 corone per ogni prelievo da un bancomat di altri istituti (in qualsiasi istituto standard questa commissione è sopra alle 35 corone). E 20 corone per i bonifici con paesi della zona euro (a fronte di almeno 100 corone in altri istituti), Slovacchia esclusa. Fio è infatti ceco-slovacca, quindi per i bonifici con la Slovacchia le commissioni sono escluse, oltre a questo il cambio, per ovvie ragioni, è sempre molto onesto.

Entrambe le banche vi forniscono una carta di credito contactless. Per i nostalgici della poste pay, invece, abbiamo già consigliato la MyUniCard.


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.