-4.3 C
Praga
martedì, Febbraio 7, 2023
HomeVivereL'altra PragaQuartieri di Praga: Braník, il quartiere della birra

Quartieri di Praga: Braník, il quartiere della birra
Q

Iscriviti alla nostra newsletter

Non so se qualcuno di voi ci sia già stato, molto probabilmente in pochi sanno dove si trovi. Magari qualcuno nemmeno sapeva che esistesse. Fatto sta che Braník, nome di una famosa marca di birra, è uno dei 112 quartieri di Praga.

Però Braník, attualmente parte di Praga 4, è un quartiere antichissimo con più di 1000 anni di storia. In origine si chiamava Branice, nome che sta ad indicare che questo agglomerato si trovasse alle porte di Praga. Fin dall’epoca hussita è stato una proprietà agricola di Staré Město, sebbene i due insediamenti fossero separati da campagne e da un altro quartiere di Praga (Nové Město). Un’altra caratteristica che spiega l’irregolare sviluppo della capitale ceca.

I vari quartieri storici infatti (Hradčany, Malá Strana, Staré Město e Nové Město)  sono sempre stati indipendenti l’uno dall’altro. Hanno avuto ed hanno tuttora il proprio sindaco e il proprio municipio. E per buona parte della loro esistenza non sono mai stati simpatici l’uno all’altro (in particolare Staré e Nové město). Un po’ come succedeva nelle città medievali toscane.

Ad ogni modo ciascuno dei quartieri, nel corso dei secoli, comprava appezzamenti in campagna. E la capitale li ha inglobati durante il grande ampliamento di inizio 900 (vedi art. su Bohnice).

Così fu anche per Braník, entrato nel comune di Praga il 1 gennaio del 1900.

Il quartiere fino ad allora era stato noto come centro educativo di monaci dominicani. Ma nel XX secolo questa zona di Praga assurse a notorietà soprattutto per il suo birrificio che fu creato per essere il birrificio ufficiale della metropoli.

pivovar-branik---revitalizace-arealu-na-obytny-soubor_src_3

Obbiettivo centrato, dato che la Braník è la birra più famosa prodotta a Praga assieme alla Staropramen, anche se i cechi vi diranno che si tratta di una birra scadente. Sicuramente è migliore delle birre commerciali italiane, sicuramente è anche una delle birre più economiche della Repubblica Ceca (8 corone al Billa, 10 dai vietnamiti).

Oltre al birrificio il quartiere è famoso per le sue ledárny (ghiacciaie) in stile liberty. Dove veniva immagazzinato il ghiaccio prima che fossero inventati i frigoriferi. Infine Braník è famoso per uno dei tanti parchi naturali di Praga, le Branické Skaly, un ottimo luogo per fare trekking.

Se volete visitare il quartiere, che si trova sulle rive della Vltava di fronte a Barrandov, potete prendere i tram 3 e 17, scendendo a Přistaviště. Oppure, se vivete vicino a Hlavní Nádraží, potete andarci in treno, impiegherete solo 10 minuti e se avete la Lítačka non dovete nemmeno fare il biglietto.

Branické skály
Branické skály

Braník oggi1

Il birrificio è stato chiuso nel 2007, così come le ghiacciaie (del cui destino ho scritto su Progetto Repubblica Ceca). Il marchio Braník è stato rilevato dalla Staropramen e quindi oggi viene prodotto a Smíchov.

Gli spazi dell’ex birrificio di Braník ora sono in affittati da società di vario tipo, tra cui anche il microbirrificio Moucha (perché la tradizione è tradizione).

Ringraziamo Giovanna De Fanti per l’aggiornamento

Altro nella sezione Altra Praga


Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato su cosa succede a Praga e in Repubblica Ceca, metti Mi Piace sulla nostra pagina Facebook “Italia Praga one way” e aggiungimi agli amici.
Non dimenticare di seguire anche il nostro canale Instagram.
Hai domande da farci? Iscriviti al gruppo ufficiale “Italiani in Repubblica Ceca”.

Tiziano Marasco
Tiziano Marascohttps://www.tizianomarasco.com
Il Vojvoda | Friulano di nascita, parla 9 lingue e scrive in 4 alfabeti. Ha studiato metallistica all'università di Hedlund e seguito le lezioni del professor Krull. Alimenta la fiamma di Trockij, si è stabilito a Praga nel 2011. All'epoca stava fuggedo dalla Russia, dove aveva tentato di sabotare la rielezione di Putin. Riparato a Vienna ha provato a convincere gli austriaci a riprendere le loro terre, stabilendo però il parlamento al Karlmarxhof. Fallito anche questo tentativo, si è stabilito a Praga dove lo aveva invitato il suo amico Egon Bondy. Potete trovarlo a Žižkov travestito da Major Zeman. Per italia praga one way fa il favellatore di lingua ceca e riceve mezzo chilo di halušky al mese (con la bryndza e la slanina, mica quelli coi crauti).

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui
Captcha verification failed!
Punteggio utente captcha non riuscito. Ci contatti per favore!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Must Read