Adv
Home Vivere Ceco in pillole #19: fermate della metropolitana tradotte, linea B (gialla)

Ceco in pillole #19: fermate della metropolitana tradotte, linea B (gialla)

Oggi traduciamo i nomi delle fermate lungo la linea B, la tratta di metro con più stop a Praga.

La linea B è la più lunga, ma soprattutto ci permette di capire che i cechi in passato davano dei nomi piuttosto strani.

  1. Černý Most – ponte nero. Il ponte nero non esiste più ed era quello della linea ferroviaria per Čelákovice, reso nero dal fumo delle vaporiere.
  2. Rajská Zahrada – Giardino del paradiso (Eden)
  3. Hloubětín – quartiere “degli scemi”. Fino al 1907 il quartiere si chiamava Hloupětín, da hloupý, sciocco. Poi gli abitanti fecero una petizione per cambiarlo.
  4. Kolbenova – perché si trova su via Kolbenova (più info su Progetto Repubblica ceca)
  5. Vysočanská – dal quartiere di Vysočany, letteralmente “quartieri in alto (vysoký)
  6. Českomoravská – Ceco-morava. Da notare che prima del 1993 si chiamava sempre Českomoravská e non Československá.
  7. Palmovka – il nome deriva da Palmhof, un edificio che esisteva quando c’erano ancora i tedeschi.
  8. Invalidovna – dai, oh, si capisce, comunque la fermata prende il nome dall’imponente complesso barocco dell’ospedale degli invalidi che sta li vicino.
  9. Křižíkova – Dedicata a František Křižík. Se ce ne fosse bisogno, Kříž è vuol dire croce.
  10. Florenc – pare che in questa zona vivessero dei fiorentini
  11. Náměstí Republiky – piazza della repubblica
  12. Můstek – per via del ponte che vi sorgeva un tempo (vedi qui)
  13. Národní třída – Corso nazionale
  14. Karlovo náměstí – Piazza Carlo
  15. Anděl – Angelo
  16. Smíchovské nádraží – stazione di un posto in cui si ride. Smích (da cui Smíchov) è appunto la risata e, da quel che si dice, anche Smích era un nome proprio, quindi da quelle parti ci stava uno Smích.
  17. Radlická – perché sta sulla via che attraversa il quartiere di Radlice.
  18. Jinonice  – a orecchio un paese diverso (Jiný) anche se in passato il posto si chiamava Ninonice.
  19. Nové Butovice – Nuovo villaggio di Buta. Buta doveva essere un signorotto locale, ma non si trova granché a livello di etimologia.
  20. Hůrka – montagnola (piccola Hora). A chi interessa, Hůrka è il nome che viene dato a Brea nella versione ceca del Signore degli anelli.
  21. Lužiny – prateria
  22. Luka – prato
  23. Stodůlky – piccoli pagliai
  24. Zličín – che se fosse “zlý čin” vorrebbe dire atto di malvagità (probabilmente riferito alla presenza di Ikea e altri trionfi del capitalismo nell’area). Ma non è che vada molto meglio. In effetti Zličín è il possessivo del nome proprio femminile Zlyka (che potremmo tradurre con Malefica – per i possessivi femminili guardate il vol. sulla metro A). Il nome dovrebbe essere in disuso da diversi secoli.

Qui trovate l’elenco della linea A

Qui trovate l’elenco della linea C

Qua potete trovare tutti i numeri della nostra rubrica ceco in pillole

Qui trovate invece il volume che dà una panoramica della lingua ceca

Ceco in pillole vol. #0: la lingua ceca, basi e domande


Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato su cosa succede a Praga e in Repubblica Ceca, metti Mi Piace sulla nostra pagina Facebook “Italia Praga one way” e aggiungimi agli amici.
Non dimenticare di seguire anche il nostro canale Instagram.
Hai domande da farci? Iscriviti al gruppo ufficiale “Italiani in Repubblica Ceca”.

 


Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato su cosa succede a Praga e in Repubblica Ceca, metti Mi Piace sulla nostra pagina Facebook “Italia Praga one way” iscriviti al gruppo.
Non dimenticare di seguire anche il nostro canale Instagram.

Articolo precedenteEscursioni in Repubblica Ceca: Lipnice e le sculture lungo la Sázava
Articolo successivoPIL pro capite: Praga la terza più ricca in Europa
Il Vojvoda | Friulano di nascita, parla 9 lingue e scrive in 4 alfabeti. Ha studiato metallistica all'università di Hedlund e seguito le lezioni del professor Krull. Alimenta la fiamma di Trockij, si è stabilito a Praga nel 2011. All'epoca stava fuggedo dalla Russia, dove aveva tentato di sabotare la rielezione di Putin. Riparato a Vienna ha provato a convincere gli austriaci a riprendere le loro terre, stabilendo però il parlamento al Karlmarxhof. Fallito anche questo tentativo, si è stabilito a Praga dove lo aveva invitato il suo amico Egon Bondy. Potete trovarlo a Žižkov travestito da Major Zeman. Per italia praga one way fa il favellatore di lingua ceca e riceve mezzo chilo di halušky al mese (con la bryndza e la slanina, mica quelli coi crauti).

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Exit mobile version