8.3 C
Praga
venerdì, Ottobre 7, 2022
F
HomeVivereL'altra PragaIl primo grattacielo di Praga: Dům Radost

Il primo grattacielo di Praga: Dům Radost
I

Iscriviti alla nostra newsletter

Grazie alla sua altezza di 52 metri, il Dům Radost, ovvero la casa della gioia, è spesso chiamato il primo grattacielo di Praga.

L’edificio in stile funzionalista del Dům Radost fu costruito tra il 1932 e il 1934 su progetto degli architetti Jaroslav Havlíček e Karel Honzík, che all’epoca non avevano nemmeno trent’anni. Il loro progetto era visto come estremamente progressivo per i canoni di quei tempi, poiché includeva una pianta trasversale, invece della classica pianta a blocchi.

Gli architetti si ispirarono alle teorie di Le Corbusier (famosissimo e contestatissimo architetto ed urbanista del 900), che promuoveva l’assoluta efficienza, la razionalità degli edifici e l’uso massimo della luce naturale.

Inoltre, l’edificio era rivestito esternamente da piastrelle di ceramica beige di 20 x 40 cm prodotte dalla RAKO, il marchio ceco di piastrelle di ceramica per eccellenza. Per questa caratteristica peculiare, il Dům Radost venne soprannominato la “fabbrica di piastrelle” (kachlíkárna). Ora le piastrelle non sono più chiare e negli anni lo smog ha avuto la maggiore.

Tra le altre caratteristiche, non si deve dimenticare che è stato il primo edificio in Cecoslovacchia ad essere dotato di aria condizionata.

Il primo inquilino del Radost fu l’Istituto Generale di Previdenza. Successivamente, nel 1951 venne rilevato dal ROH (Revoluční odborové hnutí), il sindacato nazionale comunista.
Dopo la dissoluzione della Cecoslovacchia, l’edificio rimase per molto tempo abbandonato.
Nel 2018, Vítězslav Valou e Martin Louda, i maggiori azionisti della società Dům Žižkov, hanno acquistato l’immobile, con lo scopo di aprire uno spazio multiculturale aperto
all’arte, alla creatività e alle nuove idee.

Dům Radost
Dům Radost, ingresso – il copyright di questa foto ci appartiene

Il grattacielo oggi

Dům Radost è oggi quel luogo multifunzionale originariamente previsto dai suoi nuovi acquirenti. Al suo interno include: uffici, appartamenti, negozi e studi medici. Al piano terra offre un bar funzionalista, all’ultimo piano la terrazza panoramica con bar e sul retro un cinema. Il tutto in un’area di 31mila metri quadrati.

Dalla terrazza sul tetto si ha una vista unica. Da un lato un’atipica visuale della parte inferiore di Žižkov e Vítkov. Dall’altra parte, ci si gode il panorama di quasi tutta Praga. La terrazza è aperta in primavera ed estate ogni pomeriggio e se ci sono eventi, come concerti, si rimane fino a tarda notte.

Il cinema boutique Přítomnost ha un’atmosfera casalinga ed un programma variegato: non solo film, ma anche conferenze, concerti e feste private.

 Nel 1968, l’edificio è stato classificato come monumento storico. A questo link, in un video del 2020 in ceco, si fa un giro negli interni (dal minuto 5:50) e non solo.

Leggi anche: Sídliště e paneláky: architettura socialista in Repubblica Ceca


Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato su cosa succede a Praga e in Repubblica Ceca, metti Mi Piace sulla nostra pagina Facebook “Italia Praga one way” e aggiungimi agli amici.
Non dimenticare di seguire anche il nostro canale Instagram.
Hai domande da farci? Iscriviti al gruppo ufficiale “Italiani in Repubblica Ceca”.

Marci Muchomůrka
Marci Muchomůrka
La papessa | Ameba cittadina del mondo. Proviene dalla città eterna ma sogna di stabilirsi in Kyrgyzstan per aprire un import-export di olivello spinoso. Prima di trapiantarsi a Praga ha fatto l'interrail dei luoghi più piovosi d'Europa, che comincia in Irlanda, passa dai Carpazi e finisce a Udine. Nel frattempo, per Italia Praga One Way scrive di temi e luoghi che non interessano a nessuno, ricevendone come guiderdone 1L di succo di zenzero e curcuma ogni mese.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Must Read