Patrimoni Unesco cechi #9: Brno (non solo villa Tugendhat)

Secondo recenti studi sulla popolazione ceca, la maggioranza vorrebbe che gli stranieri si impegnassero maggiormente a livello di integrazione. Solo il 3% pensa che ognuno sia libero di vivere come crede.

Quella dell’integrazione degli expat in Repubblica Ceca è una questione particolarmente sentita e recenti ricerche non fanno che confermarlo. Sette cittadini cechi su dieci sono convinti che gli stranieri in ČR debbano sforzarsi il più possibile di adattarsi alla cultura del luogo. Sono questi i dati presentati nell’Atlante dei Cechi (Atlas Čechů, AČ), un progetto di ricerca sociale curato dall’agenzia di marketing Behavio. Il progetto è il risultato di una raccolta dati durata anni e consiste in uno strumento utile per capire meglio la popolazione ceca.

Il 72% dei partecipanti allo studio sostiene che chi si è trasferito qui debba fare di tutto per integrarsi, mentre per il 24% basterebbe adattarsi anche solo in parte ai costumi locali e solo il 3% ha affermato che gli stranieri dovrebbero sentirsi liberi di vivere come credono.

E se a primo impatto si potrebbe pensare che questo 3% sia composto esclusivamente da moderni e progressisti cittadini praghesi, basta leggere di più sullo studio effettuato per cambiare idea.

Infatti, la struttura dell’Atlante permette di elaborare informazioni su coloro che hanno risposto ai questionari: ad esempio vengono raccolti dati sull’età, sesso, ceto economico e livello d’istruzione. Così ci si può fare un’idea del tipo di persone che rispondono in un certo modo alle varie domande.

Tra gli intervistati convinti che i cittadini stranieri possano vivere per come meglio credono si è notata una maggiore presenza di donne, persone con livelli d’istruzione più bassi e situazioni economiche più disagiate, provenienti prevalentemente dal sud della Moravia. Nello specifico, gran parte di loro sono giovani, senza figli e abitano in città, senza assicurazione e con uno stipendio appena sufficiente ad arrivare a fine mese [se ci pensate, questo è più o meno il profilo di un elettore dell’SPD n.d.IP1W]. All’interno di questo gruppo, il 28% crede nell’esistenza di Dio (mentre nel resto degli intervistati questa percentuale si aggira sul 14%) e il 42% non vota (contro una media del 30% negli altri gruppi).

Fonte – Expats

Altro nella sezione Notizie


Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato su cosa succede a Praga e in Repubblica Ceca, metti Mi Piace sulla nostra pagina Facebook “Italia Praga one way” iscriviti al gruppo.
Non dimenticare di seguire anche il nostro canale Instagram.
Hai domande da farci? Iscriviti al gruppo ufficiale “Italiani in Repubblica Ceca”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Accetto la Privacy Policy * for Click to select the duration you give consent until.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.