Adv
Home Vivere Cultura e società Matrimonio in Repubblica Ceca: vol. #5, dopo il matrimonio

Matrimonio in Repubblica Ceca: vol. #5, dopo il matrimonio

Immagine gentilmente offertaci da Wordpress, quindi non chiedeteci chi sia la donzella. Sappiamo solo che se Wordpress ci passa l'immagine, lei ha dato il consenso a far ciò.

Dopo il matrimonio #SISCOP… ehm… cioè, è probabile che ciò accada, ma non siamo qui per parlare di questo.

Al termine del #volume 4, cioè dello sposalizio agli occhi del comune, il matrimonio ha valore per lo Stato ceco, ma ovviamente va trascritto anche all’anagrafe del vostro paese, se siete stranieri.

Se siete italiani

Andate alla matrika (anagrafe), chiedete un nuovo certificato di matrimonio, questa volta però dicendo che deve essere un certificato multilingue per l’Italia (pagate 100 corone).
Dopodiché lo mandate via raccomandata al consolato italiano con questo modulo per richiedere la trascrizione assieme alla fotocopia di un documento d’identità.

Il consolato lo manderà automaticamente al vostro comune italiano.

Se siete cittadini di un altro paese

Dipende dal vostro consolato. Se siete di un paese UE probabilmente vi basterà il certificato armonizzato. Altrimenti vi sarà necessario legalizzare il certificato di matrimonio. In tal caso andate alla matrika e vi fate dare un nuovo certificato di matrimonio, se siete a Praga poi dovete farlo legalizzare andando al Magistrát in Jungmannova 35/29. Date il certificato allo sportello n. 40 che si trova al piano terra, sulla sinistra appena entrate. Lì ve lo legalizzano al momento.

Dopodiché dovrete portarlo al ministero degli Esteri al palazzo Toscano (Hradčanské nám. 5) dove vi fanno l’apostille al momento (portate una marca da bollo da 100 corone).

E per l’immigrazione?

Dovete comunicare senza indugio al ministero dell’interno che vi siete sposati. Non aspettate, ché conosco gente che ha rimandato per mesi e si è beccata il multone.
Chiedete alla matrika un altro certificato di nozze (evviva!) e lo mandate in originale dove vi siete registrati come stranieri in ČR.

Dopodiché se uno di voi due ha cambiato cognome deve tornare al ministero dell’Interno col nuovo passaporto e il nuovo cognome e farsi fare un nuovo certificato di residenza in ČR con il nuovo cognome collegato al nuovo passaporto.

E il matrimonio in chiesa?

Perché sì, c’è ancora qualcuno che si sposa in chiesa. Fondamentalmente dovete fare tutto quello che ho descritto sopra con qualche piccola differenza. In Repubblica Ceca il matrimonio in chiesa ha effetti anche civili come in Italia (per capirci, è quello che in italia chiameremmo matrimonio concordatario).

Il prete quindi diventa automaticamente ufficiale di stato civile e vi sposa al posto del sindaco. Tutto il resto dei documenti però è identico.

L’unica differenza è che riempirete il formulario (dotazník k uzavření manželství) con il parroco della parrocchia dove vi sposate (o suo delegato). Dopodiché il parroco mette il timbro della parrocchia sul formulario per confermare che vi sposate davanti a lui e lo portate alla matrika. Dopo il matrimonio il parroco trasmette il verbale alla matrika.
Per avere effetto civile però dovrete portare alla matrika tutti i mille mila documenti di cui sopra.

In alternativa potete sposarvi civilmente senza fare la spola tra matrika e parrocchia col dotazník timbrato lasciando tutto nelle sole mani della matrika. Poi vi sposate in chiesa facendo solo il matrimonio religioso.

Giusto per informazione, se vi sposate in una chiesa cattolica il parroco vi chiederà (al di là della burocrazia civile della matrika):

  • certificato di matrimonio;
  • certificato di cresima;
  • attestato che avete fatto il corso prematrimoniale (lo potete fare in qualsiasi parrocchia ceca, poi vi rilasciano un documento che portate al parroco della chiesa dove vi sposate);
  • certificato del vostro parroco che dice che andate veramente a messa e che non volete sposarvi in chiesa solo perché la vecchia zia tradizionalista di cui prima altrimenti non vi fa il regalo bello.

Congedo matrimoniale

E poi si parte per il viaggio di nozze, no?

Be’, no. Ora che c’è la pandemia no. Ma anche quando si potrà, tenete presente che in ČR non c’è il diritto al congedo matrimoniale di 15 giorni come in italia (dove fu introdotto nel 1937… ah, la saggezza dei governanti di una volta).

Se vi sposate in un giorno feriale avete solo diritto al giorno libero per sposarvi, pagato. Se volete potete prendere una giornata libera il giorno antecedente le nozze ma non è pagato.

Per il viaggio di nozze dovete prendere le ferie.

questo link trovate tutti gli articoli sul matrimonio in Repubblica Ceca

Link al riassuntone


Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato su cosa succede a Praga e in Repubblica Ceca, metti Mi Piace sulla nostra pagina Facebook “Italia Praga one way” e aggiungimi agli amici.
Non dimenticare di seguire anche il nostro canale Instagram.
Hai domande da farci? Iscriviti al gruppo ufficiale “Italiani in Repubblica Ceca”.

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Exit mobile version