0.8 C
Praga
sabato, Dicembre 4, 2021
TM
HomeVivereFuori PragaPatrimoni Unesco cechi #6: Žďár nad Sázavou

Patrimoni Unesco cechi #6: Žďár nad Sázavou
P

Iscriviti alla nostra newsletter

Riprendiamo la nostra carrellata sui Patrimoni Unesco della Repubblica Ceca, fermandoci oggi a Žďár nad Sázavou.

Situato poco ad est di Havlíčkův Brod, che con Svitavy e Humpolec costituisce la immaginaria linea di demarcazione tra Boemia e Moravia, Žďár nad Sázavou è un centro piuttosto grosso, ed è raggiungibile da Praga in treno.

unescoPopolazione: 21.000 abitanti
Distanza da Praga: 2 ore e 20
Collegamenti diretti: sì (treno)
Visitabile in giornata: sì (2 ore)
Attrazioni principali: Santuario di san Giovanni Nepomuceno

Si trova infatti su una delle due linee dirette tra Praga e Brno, la più breve in quanto a chilometri, ma anche più malmessa rispetto a quella che passa da Pardubice e Česká Třebová. Sicché i collegamenti non sono molto frequenti. Una buona ideaè dunque anche quella di dedicare un paio di ore a Žďár nad Sázavou, partendo da Praga alle 8, e fermarsi sul tragitto di ritorno a Kutná Hora. Questo d’estate, quando le giornate sono lunghe (mai fatto, ma ci proveremo).

In se la cittadina non ha molto da offrire, il vero capolavoro (e patrimonio Unesco) è poco distante, è santuario di San Giovanni Nepomuceno a Zelená Hora. Si tratta del capolavoro di Jan Blažej Santini, architetto barocco di origini italiane fortemente ispirato da Borromini. Poco distante dalla chiesa si trova anche una delle pietre che divide Boemia e Moravia.

Sito di Žďár nad Sázavou

La lista dei Patrimoni Unesco Cechi

blank
Tiziano Marascohttps://www.tizianomarasco.com
Il Vojvoda | Friulano di nascita, parla 9 lingue e scrive in 4 alfabeti. Ha studiato metallistica all'università di Hedlund e seguito le lezioni del professor Krull. Alimenta la fiamma di Trockij, si è stabilito a Praga nel 2011. All'epoca stava fuggedo dalla Russia, dove aveva tentato di sabotare la rielezione di Putin. Riparato a Vienna ha provato a convincere gli austriaci a riprendere le loro terre, stabilendo però il parlamento al Karlmarxhof. Fallito anche questo tentativo, si è stabilito a Praga dove lo aveva invitato il suo amico Egon Bondy. Potete trovarlo a Žižkov travestito da Major Zeman. Per italia praga one way fa il favellatore di lingua ceca e riceve mezzo chilo di halušky al mese (con la bryndza e la slanina, mica quelli coi crauti).

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Must Read