Divieto di fumo in Repubblica Ceca: sarà presto realtà?

Dopo diversi anni di discussioni e dibattiti a favore e contro le misure proposte in relazione alla legislazione antifumo, sembra che la Repubblica Ceca avrà, fra pochi mesi (e come la maggior parte dei paesi dell’UE), una regolamentazione sul fumo nei locali.

La proposta di legge, approvata dalla camera dei deputati a dicembre, è stata approvata la scorsa settimana anche dal senato, il presidente della Repubblica Miloš Zeman ha già anticipato l’intenzione di non respingere la legge (il presidente ceco può opporsi a una legge approvata alle camere ponendo il suo veto, ma può farlo una sola volta).

Pertanto sarà proibito fumare nei cinema, durante i concerti al chiuso, nelle sale espositive e negli impianti sportivi chiusi (ovvero ai palazzetti del ghiaccio), non è nemmeno prevista l’introduzione di stanze separate per fumatori. Oltre a questo, la legge vieta completamente il fumo nei locali, non è stata infatti approvata la proposta secondo cui ogni locale avrebbe potuto decidere se dedicare uno spazio ai fumatori (che comunque non sarebbero stati serviti dal personale).

Il disegno di legge vieta anche il fumo l’uso delle sigarette elettroniche in ospedali, scuole, e centri commerciali, la vendita di sigarette nei distributori automatici (che però qui non abbiamo mai visto), a meno che la macchina non impedisca la vendita di tabacco ai minori (come in Italia, tramite tessera sanitaria).

I beer garden come Riegrovy Sady invece non sono soggetti a divieto. Nei locali chiusi e nelle hospody invece sarà possibile fumare narghilè. Infine, non è stato approvato il divieto di fumo in auto alla presenza di bambini. Sono state infine aumentate le multe per la vendita di sigarette in luoghi non autorizzati o a minori – fino a 2 milioni di corone.

Il disegno di legge dovrebbe entrare in vigore da maggio, in concomitanza con la Giornata mondiale senza tabacco, il 31.

Fonti – expats e ČT24


Previous articleCamic: newsletter di gennaio e previsioni economiche per il 2017
Next articleEventi IIC: proiezione film Czizincii
Il Vojvoda | Friulano di nascita, parla 9 lingue e scrive in 4 alfabeti. Ha studiato metallistica all'università di Hedlund e seguito le lezioni del professor Krull. Alimenta la fiamma di Trockij, si è stabilito a Praga nel 2011. All'epoca stava fuggedo dalla Russia, dove aveva tentato di sabotare la rielezione di Putin. Riparato a Vienna ha provato a convincere gli austriaci a riprendere le loro terre, stabilendo però il parlamento al Karlmarxhof. Fallito anche questo tentativo, si è stabilito a Praga dove lo aveva invitato il suo amico Egon Bondy. Potete trovarlo a Žižkov travestito da Major Zeman. Per italia praga one way fa il favellatore di lingua ceca e riceve mezzo chilo di halušky al mese (con la bryndza e la slanina, mica quelli coi crauti).

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.