Pavel Hrdlička (Czech Wikipedia user Packa) / CC BY-SA (https://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0)

La DPP ha recentemente confermato che i leggendari tram T3, in circolo dal secolo scorso, continueranno a essere utilizzati nei prossimi decenni.

Se avete trascorso anche un solo giorno a Praga dagli anni ’60 fino a oggi, siamo sicuri che anche voi avete messo piede in un tram T3. E se ancora non lo avete fatto, non preoccupatevi: avete almeno altri vent’anni di tempo.

Chiamato anche nesmrtelné (dal ceco “immortale”), con il suo design decisamente retrò, il tram T3 si integra perfettamente con il paesaggio praghese, rubando il cuore dei viaggiatori. Ogni tanto qualcuno rimane scettico davanti al suo aspetto, ma se pensate che si tratti di un ferro vecchio, state per ricredervi.

L’agenzia per il trasporto pubblico di Praga (Dopravní podník hlavního města Prahy – DPP) non solo usa con soddisfazione questo tipo di tram da parecchio tempo, ma ha deciso di continuare ad adoperarli almeno fino al 2040. Prima però, i mezzi verranno rinnovati.

Il progetto era stato approvato già nella primavera del 2019, ma solo recentemente è stata ufficializzata la gara d’appalto vinta dalla società Cegeleg.

Il direttore della compagnia Miroslav Opa ha spiegato che “Inizialmente questi mezzi erano stati progettati per durare circa sedici anni, ma nella pratica hanno dimostrato di poter resistere molto più a lungo, richiedendo pochissima manutenzione”.

I tram T3 verranno utilizzati prettamente per le corse serali, poiché la DPP ha dichiarato di non volere impiegare i propri mezzi più spaziosi e moderni in orari notturni.

Diventeranno veicoli con pianale ribassato, ovvero con ingressi senza scalini e più agevoli per le persone con mobilità ridotta. Si monteranno anche dei nuovi impianti elettrici.

“Sarà una ristrutturazione quasi totale” ha aggiunto Opa. “Vogliamo assicurarci che i tram continuino ad essere affidabili almeno per altre due decadi”.

Minima spesa, massima resa

La DPP ha deciso di ottimizzare al meglio il processo di rinnovo: si smonteranno gli impianti
elettrici originali, si ripareranno aggiungendo nuovi componenti e infine si rimonterà il tutto.

Cegeleg dovrà occuparsi della ristrutturazione di 65 tram direttamente a Praga, dove l’azienda ha già delle sedi. In totale, i lavori costeranno 300 milioni di corone.

Ma se questa soluzione è abbastanza low cost, bisogna ricordare che la DPP non è sempre stata così efficiente con il suo budget! In passato sono già stati ricostruiti 35 tram T3, convertiti in T3R.PLF. Invece di riparare la carrozzeria pre-esistente, per i T3R.PFL si era deciso di costruire una nuova struttura esterna da zero, facendo lievitare vertiginosamente i costi.

Al momento Cegeleg sta anche lavorando alla modernizzazione dei tram di Lipsia e di Manila (Filippine).

Altro nella sezione Notizie


Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato su cosa succede a Praga e in Repubblica Ceca, metti Mi Piace sulla nostra pagina Facebook “Italia Praga one way” iscriviti al gruppo.
Non dimenticare di seguire anche il nostro canale Instagram.
Hai domande da farci? Iscriviti al gruppo ufficiale “Italiani in Repubblica Ceca”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Accetto la Privacy Policy * for Click to select the duration you give consent until.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.