12.9 C
Prague
giovedì, Maggio 23, 2019

Home Altra Praga: il tunnel di Karlín (o di Žižkov)

Altra Praga: il tunnel di Karlín (o di Žižkov)

È lungo più di trecento metri, largo 4,5 ed una pendenza dell’8%. Angusto e buio, ad attraversarlo la notte (alla faccia dell’illuminazione interna) magari a qualcuno qualche brivido scappa.

Non a caso, infatti, su uno dei suoi ingressi trovate la scritta “neboj” (non aver paura). Esatto stiamo parlando del tunnel di Žižkov – o meglio, del tunnel di Karlín, che pochi giorni fa ha compiuto 68 anni. La sua costruzione iniziò nel 1949 e fu inaugurato nell’aprile del 1951, anche se fu completato fino al 1953.Congiunge via Chlumová (Žižkov) e via Thamová (Karlín), la prima 29 metri più in alto della seconda.

Il suo nome ufficiale all’inizio era solo Karlínský Tunnel, poi nel 2014 è stato riconosciuto anche Žižkovský (tunnel di Žižkov). Se notate qualche somiglianza con un altro tunnel, quello di Letná, avete ragione. Entrambi i tunnel sono stati costruiti contemporaneamente agli inizi degli anni Cinquanta sotto la direzione dell’architetto Jiří Novotný, ed entrambi (sebbene uno sia pedonale e l’altro carrabile) sono rivestiti con lo stesso materiale: piastrelle di ceramica.

Comunque, il “nostro” tunnel è il modo più rapido per andare da Praga 3 a Praga 8, senza passare sopra la collina di Vítkov e senza aggirarla col tram. In origine era stato pensato con una funzione del tutto particolare: doveva anche servire da riparo in caso di un attacco atomico. Era quindi dotato di un proprio serbatoio d’acqua, sistemi di ventilazione e generatori di energia. Il progetto del tunnel prevedeva anche che, in caso di una guerra nucleare, entrambi i lati del tunnel sarebbero stati chiusi con enormi porte, creando così un pronto soccorso per un massimo di 1.250 persone.


Tiziano Marascohttp://www.tizianomarasco.com
Il Vojvoda | Friulano di nascita, parla 9 lingue e scrive in 4 alfabeti. Ha studiato metallistica all'università di Hedlund e seguito le lezioni del professor Krull. Alimenta la fiamma di Trockij, si è stabilito a Praga nel 2011. All'epoca stava fuggedo dalla Russia, dove aveva tentato di sabotare la rielezione di Putin. Riparato a Vienna ha provato a convincere gli austriaci a riprendere le loro terre, stabilendo però il parlamento al Karlmarxhof. Fallito anche questo tentativo, si è stabilito a Praga dove lo aveva invitato il suo amico Egon Bondy. Potete trovarlo a Žižkov travestito da Major Zeman. Per italia praga one way fa il favellatore di lingua ceca e riceve mezzo chilo di halušky al mese (con la bryndza e la slanina, mica quelli coi crauti).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Must Read

Comunicato IIC: Italia protagonista al festival internazionale “Primavera di Praga”

Italia protagonista alla 74° edizione del festival internazionale “Primavera di Praga” (Pražské jaro) con l’Orchestra dell’Accademia di Santa Cecilia diretta da Antonio Pappano. Sia...

Anthropoid (2016): la Praga del 1942 sul grande schermo (no spoiler)

Dai libri di storia al grande schermo. L'Operazione Anthropoid non ha affascinato solamente storici e romanzieri. Il cinema dunque non si è fatto scappare una...

Repubblica Ceca: elenco dei liberi professionisti parlanti italiano

A seguito di reiterate richieste abbiamo deciso di creare questo elenco di professionisti che fanno lavori "particolari" nella Repubblica Ceca. Le attività sono in ordine...

Navalis: il festival sull’acqua di Praga

Forse non lo sapete, ma Praga ha una festa navale sulle acque della Vltava, che si chiama appunto Navalis. Le celebrazioni si svolgono alla vigilia...

Altra Praga: il tunnel di Karlín (o di Žižkov)

È lungo più di trecento metri, largo 4,5 ed una pendenza dell'8%. Angusto e buio, ad attraversarlo la notte (alla faccia dell'illuminazione interna) magari...