Ambasciata Coronavirus principali eventi in programma per il 2020 viaggi con l'Italia
Fotocredit - Francesco Bologna
TM
fonte - MAE

Visto che la situazione è quella che è e i viaggi con l’Italia tornano ad essere incerti, cercheremo di pubblicare qui tutti gli aggiornamenti in merito.

Potete tranquillamente iscrivervi al nostro gruppo MA tenete presente che:

  • non lavoriamo per la Farnesina e quindi, se volete informazioni dettagliate e aggiornate potete fare riferimento all’ambasciata e a tutte le sue forze di Facebook, di Twitter e di Web(be).

  • comandiamo (male) il succitato gruppo Facebook ma non abbiamo poteri su Alitalia, WizzAir, EasyJet e Ryanair. Se volete info su singoli voli, rivolgetevi a loro.

  • se volete saperne di più su restrizioni specifiche all’interno della Rep. Ceca, leggete qui, ma anche qui e pure qui. Per sapere cosa cambia in più con il coprifuoco, invece leggi qua!

Tutto chiaro? Ora passiamo alla panoramica sui viaggi con l’Italia.

Adv Inline

Cancellazione voli per l’Italia, 23 ottobre – via Ambasciata

Si comunica che tutti i voli Czech airlines/Alitalia da e per l’Italia sono cancellati almeno fino alla fine di novembre. L’offerta di voli da Praga verso l’Italia si sta rapidamente riducendo. Si raccomanda all’utenza di tenerne conto nella programmazione di viaggi verso l’Italia e di monitorare costantemente lo status dei voli.

Viaggi con l’Italia, situazione al 22 ottobre – Precisazione sul turismo

  • Da giovedì 22 ottobre il libero movimento in Repubblica ceca è limitato alle attività lavorative, agli acquisti, e alle visite a familiari e a strutture sanitarie. Il ministero dell’Interno ceco precisa che, nonostante non siano state adottate disposizioni formali in questo senso, il turismo non è di fatto possibile in Repubblica Ceca, considerando anche che sono chiusi ristoranti, bar e attrazioni turistiche. Sono permesse invece passeggiate nel verde.
  • È disposta la chiusura delle attività commerciali ad eccezione dei negozi alimentari, stazioni di benzina, farmacie, negozi per animali, negozi di elettronica di consumo, ottici, edicole, tabaccai, lavanderie. I ristoranti e i locali notturni sono chiusi. Possono tuttavia vendere cibo da asporto;
  • L’uso delle mascherine è obbligatorio in tutti gli spazi al chiuso e sui mezzi pubblici. La mascherina è inoltre obbligatoria all’aperto, laddove non sia possibile rispettare il distanziamento di due metri tra una persona e l’altra, e nel caso queste non siano congiunti. L’obbligo è in vigore anche in macchina.
  • Sono vietati gli assembramenti di oltre due persone in luoghi pubblici, ad eccezione dei familiari e dei dipendenti che svolgono un’attività lavorativa per lo stesso datore di lavoro;
  • È sospesa l’attività didattica in presenza per le università e le scuole di ogni ordine, tranne asili e scuole materne;
  • Gli Uffici pubblici sono aperti per 2 giorni a settimana per cinque ore;
  • Sono interrotte le visite ad ospedali, residenze per anziani e altre strutture di assistenza sociale;
  • Chi è obbligato ad isolarsi può farlo in strutture alberghiere per evitare di esporre i congiunti.

INGRESSO IN REPUBBLICA CECA PROVENENDO DALL’ITALIA

Chi proviene dall’Italia può per ora entrare in Repubblica Ceca regolarmente senza bisogno di particolari adempimenti.

INGRESSO IN ITALIA PROVENENDO DALLA REPUBBLICA CECA

Coloro che entrano/rientrano in Italia dalla Repubblica Ceca (dopo soggiorno o anche solo transito nei 14 giorni precedenti l’ingresso in Italia), oltre ad essere in possesso dell’autodichiarazione compilata devono anche:
  1. presentare un’attestazione di essersi sottoposti, nelle 72 ore antecedenti l’ingresso nel territorio nazionale, a tampone con risultato negativo; in alternativa
  2. sottoporsi a tampone al momento dell’arrivo in aeroporto, porto o luogo di confine (ove possibile) o entro 48 ore dall’ingresso in Italia presso l’azienda sanitaria locale di riferimento.
  • È possibile sottoporsi al test nei principali aeroporti italiani o nelle loro immediate vicinanze.
  • È obbligatorio rimanere in isolamento fiduciario fino all’ottenimento dei risultati.
  • Le persone che hanno soggiornato o transitato in Repubblica Ceca nei 14 giorni precedenti l’arrivo in Italia devono anche comunicare il loro ingresso nel territorio italiano al Dipartimento di Prevenzione dell’Azienda Sanitaria competente.
Le persone che hanno soggiornato o transitato in Repubblica Ceca nei 14 giorni precedenti l’arrivo in Italia devono anche comunicare il loro ingresso nel territorio italiano al Dipartimento di Prevenzione dell’Azienda Sanitaria competente. Si precisa che sono previste alcune limitate eccezioni all’obbligo di test e alla segnalazione dell’ingresso all’Azienda sanitaria.
A condizione che non insorgano sintomi di COVID-19 e fermo restando l’obbligo di compilare l’apposita dichiarazione, le disposizioni relative all’obbligo di test e alla segnalazione dell’ingresso all’Azienda sanitaria NON si applicano a:
  1. chiunque (indipendentemente dalla nazionalità) fa ingresso in Italia dalla Repubblica Ceca per un periodo non superiore alle 120 ore per comprovate esigenze di lavoro, salute o assoluta urgenza, con l’obbligo, allo scadere di detto termine, di lasciare immediatamente il territorio nazionale;
  2. chiunque (indipendentemente dalla nazionalità), provenendo dalla Repubblica Ceca transita, con mezzo privato, nel territorio italiano per un periodo non superiore a 36 ore, con l’obbligo, allo scadere di detto termine, di lasciare immediatamente il territorio nazionale.
L’obbligo resta valido in caso di soggiorni o transiti in uno o più Paesi a rischio (di cui agli elenchi C e F di questa pagina nei quattordici (14) giorni antecedenti all’ingresso in Italia.
Per maggiori info consultare questa pagina.

TRANSITO ATTRAVERSO AUSTRIA E GERMANIA

Il transito attraverso Germania e Austria è consentito. Solo chi proviene da Praga e intende transitare dall’Austria è tenuto a presentare, dietro eventuale richiesta delle Autorità austriache, questo modulo con il quale ci si impegna a non fare soste in territorio austriaco durante il transito.
Per maggiori informazioni sulle condizioni di ingresso in Austria e Germania si rimanda ai siti delle Ambasciate a Vienna e Berlino.
Gli italiani che nei 14 giorni precedenti all’ingresso in Repubblica Ceca abbiano passato più di 12 ore in uno dei Paesi NON compresi fra quelli classificati a basso rischio (in sostanza è il mappone a semaforo) sono tenuti a:
  • PRIMA DELL’INGRESSO IN REPUBBLICA CECA. notificare l’ingresso alle Autorità sanitarie ceche compilando questo modulo on-line, portandone copia con sé durante il soggiorno nel Paese;
  • DOPO L’INGRESSO IN REPUBBLICA CECA. Sottoporsi a tampone entro i 5 giorni successivi all’ingresso in Repubblica Ceca o entrare in Repubblica Ceca con i risultati negativi non più vecchi di 72 ore di un tampone fatto in uno Stato Membro dell’UE;
  • Indossare mascherina per 10 giorni, a meno di diverse istruzioni da parte delle Autorità sanitarie.

INFORMAZIONI UTILI

Il Ministero della Salute ha messo a disposizione una linea telefonica dedicata raggiungibile al 1221 (chiamando dalla Repubblica Ceca), anche in inglese, attiva nei giorni feriali dalle 08.00 alle 19.00 e, durante il fine settimana, dalle 09.00 alle 16.30.
Una lista dei laboratori dove è possibile sottoporsi privatamente a tampone è disponibile (in ceco) qui: https://koronavirus.mzcr.cz/seznam-odberovych-center/ .
Contatti degli Uffici di igiene locali: https://koronavirus.mzcr.cz/dulezite-kontakty-odkazy/

 

I nostri articoli sul Coronavirus in Repubblica Ceca


LINK UTILI CORONAVIRUS

WORLDOMETER – andamento della situazione nella Repubblica Ceca

COMUNICAZIONI UFFICIALI

MINISTERO SALUTE CECO – https://www.mzcr.cz/

MAPPE E SITUAZIONE DEL CONTAGIO


Ti è piaciuto questo articolo? Vuoi essere aggiornato su cosa succede a Praga e in Repubblica Ceca? Metti Mi Piace sulla nostra pagina Facebook “Italia Praga one way” iscriviti al gruppo.
Non dimenticare di seguire anche il nostro canale Instagram.
Hai domande da farci? Iscriviti al gruppo ufficiale “Italiani in Repubblica Ceca”.

Adv Bottom
Articolo precedenteSecondo Lockdown: quali attività rimangono aperte
Articolo successivoCS Ambasciata: Web Forum sulla sicurezza cibernetica nel settore sanitario
Il Vojvoda | Friulano di nascita, parla 9 lingue e scrive in 4 alfabeti. Ha studiato metallistica all'università di Hedlund e seguito le lezioni del professor Krull. Alimenta la fiamma di Trockij, si è stabilito a Praga nel 2011. All'epoca stava fuggedo dalla Russia, dove aveva tentato di sabotare la rielezione di Putin. Riparato a Vienna ha provato a convincere gli austriaci a riprendere le loro terre, stabilendo però il parlamento al Karlmarxhof. Fallito anche questo tentativo, si è stabilito a Praga dove lo aveva invitato il suo amico Egon Bondy. Potete trovarlo a Žižkov travestito da Major Zeman. Per italia praga one way fa il favellatore di lingua ceca e riceve mezzo chilo di halušky al mese (con la bryndza e la slanina, mica quelli coi crauti).

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.