vegan friendly - Comunicato Stampa: Camic su quote obbligatorie di alimenti di origine ceca nei negozi

Per quanto di primo acchito paia improbabile, sembra che Praga e la Repubblica Ceca siano uno dei luoghi più vegan friendly d’Europa.

Qui c’è da dire che già in tempi ancor meno sospetti di questi avevamo dedicato un articolo alla Praga vegan friendly. Ed essendo noi assai poco vegan friendly, ci eravamo fatti aiutare da voi lettori, sicché il quadro che ne era emerso sembrava parecchio incoraggiante per i magnatofu non onnivori.

Ad ogni modo, a riconferma di questo, arriva uno studio della società di integratori vegetali Mint, che ha esaminato i dati dell’app Happycow (relativa al cibo vegetariano e non ai formaggini della Veselá Kráva) per confrontare il numero di ristoranti vegani e vegetariani presenti rispetto alla popolazione di ciascun paese europeo.

In questo studio la Repubblica Ceca si è classificata terza dietro a Portogallo e Islanda, con 232 ristoranti vegetariani nel paese, circa 21,6 per ogni milione di persone.

I dati sono stati confrontati con quelli del medesimo studio condotto nel 2016 e hanno mostrato che c’è stato un aumento del 58% nei ristoranti vegani o vegetariani nel paese negli ultimi quattro anni.

Il rapporto definisce una sorpresa (ma va) che la Repubblica Ceca si sia classificata così in alto anche perché “più si va ad est nella mappa europea e meno locali per vegetariani si trovano.”

Ovviamente c’è una differenza quando si tratta dell’offerta nelle città più grandi come Praga e Brno rispetto ai centri più piccoli.

Fonte – Expats

Altro nella sezione Notizie


Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato su cosa succede a Praga e in Repubblica Ceca, metti Mi Piace sulla nostra pagina Facebook “Italia Praga one way” e aggiungimi agli amici.
Non dimenticare di seguire anche il nostro canale Instagram.
Hai domande da farci? Iscriviti al gruppo ufficiale “Italiani in Repubblica Ceca”.

Articolo precedenteCeco in pillole #12: ordine delle parole vol #1 situazione clitica
Articolo successivoIndirizzi praghesi: a che servono tutti quei numeri?
Il Vojvoda | Friulano di nascita, parla 9 lingue e scrive in 4 alfabeti. Ha studiato metallistica all'università di Hedlund e seguito le lezioni del professor Krull. Alimenta la fiamma di Trockij, si è stabilito a Praga nel 2011. All'epoca stava fuggedo dalla Russia, dove aveva tentato di sabotare la rielezione di Putin. Riparato a Vienna ha provato a convincere gli austriaci a riprendere le loro terre, stabilendo però il parlamento al Karlmarxhof. Fallito anche questo tentativo, si è stabilito a Praga dove lo aveva invitato il suo amico Egon Bondy. Potete trovarlo a Žižkov travestito da Major Zeman. Per italia praga one way fa il favellatore di lingua ceca e riceve mezzo chilo di halušky al mese (con la bryndza e la slanina, mica quelli coi crauti).

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.