antivirus fare business in repubblica ceca OSVČ
Lavoro liberi professionisti business

Il governo ceco ha prorogato fino alla fine dell’anno l’erogazione di uno dei contributi del programma Antivirus.

Per le aziende costrette a chiudere a causa delle restrizioni, lo Stato rimborserà l’intero stipendio dei dipendenti. Lo stato rimborserà anche l’80 per cento della compensazione salariale alle persone in quarantena. Il ministero delle Finanze rinvierà tutti i pagamenti di IVA, imposta sul reddito e tassa di circolazione agli imprenditori interessati da misure governative fino alla fine dell’anno. Il consiglio dei ministri ha inoltre approvato un contributo agli imprenditori per affitto commerciale e compenso finanziario per tour operator e cultura.

Antivirus A fino alla fine dell’anno, aumentano gli aiuti

Il governo ha prorogato fino a fine anno l’erogazione di uno dei contributi del programma Antivirus, ovvero il contributo A. Per le aziende costrette a chiudere lo Stato rimborserà gli stipendi dei dipendenti fino a 50.000 corone di superhrubá. Anche il pagamento dell’80% dello stipendio degli impiegati in quarantena è stato prolungato fino alla fine dell’anno.

La misura è retroattiva, quindi vale anche per tutto ottobre.

Oltre al programma “A”, il programma Antivirus offre anche un contributo B, con il quale lo stato compensa il 60 per cento della retribuzione salariale quando la produzione e i servizi sono ridotti a causa della carenza di materie prime. Il piano B durerà fino a fine ottobre e non è prevista proroga. Vi è poi l’Antivirus C, che questo giro non è contemplato.

Ministero Finanze pospone l’IVA per le PMI

Il ministero delle Finanze (MF) differirà il pagamento di alcune tasse agli imprenditori colpiti dal covid. Sono rinviati tutti i pagamenti di IVA imposta sul reddito e bollo fino a fine 2020.

È sufficiente inviare all’amministrazione finanziaria una notifica in cui si dimostra di soddisfare le specifiche necessarie. Si può fare anche via posta elettronica.

Il MF ha reso noto che se gli imprenditori si aspettano una perdita fiscale per quest’anno, possono richiedere il rimborso dell’imposta sul reddito pagata nei due anni precedenti fino all’importo di tale perdita e avranno il denaro sul proprio conto entro quindici giorni dalla richiesta di rimborso.

Gli imprenditori possono continuare a usufruire di alcune misure all’interno del cosiddetto pacchetto di liberazione (liberační balíček), introdotto durante l’ondata primaverile della pandemia. Esse includono, ad esempio, un’esenzione globale dalla tassa amministrativa per la presentazione delle domande all’ufficio fiscale o doganale o un’esenzione globale dall’IVA sulla fornitura gratuita di attrezzature di protezione di base.

Covid III (OSVČ)

Siccome siamo sempre l’ultima ruota del carro, per noi non hanno ancora definito nulla. In ogni caso il MF intende anche proporre un’estensione del programma COVID III domani, durante la riunione straordinaria del governo, e un bonus compensativo per i lavoratori autonomi e le piccole società a responsabilità limitata senza dipendenti per un importo di 500 CZK al giorno.

Lo Stato paga nuovamente parte dell’affitto degli imprenditori

Gli imprenditori a cui è stato ordinato dal governo di chiudere o ridurre le operazioni in relazione alla lotta al coronavirus potranno richiedere il rimborso dell’affitto per il terzo trimestre 2020. Lo stato contribuirà al 50% dell’affitto totale per questo periodo. L’importo massimo del supporto è però di dieci milioni di corone. Questa volta la sovvenzione non è subordinata a eventuali sconti del locatore.

La misura è volta ad aiutare strutture di ristorazione, discoteche, cinema, congressi, fiere, gallerie. Possono ricorrere a questa misura anche strutture sportive piste di pattinaggio, palestre, piscine, saune, centri wellness, zoo.

I tour operator riceveranno sussidi per i guadagni mancati

I vettori di autobus turistici (cioè NON Flixbus né Regiojet) riceveranno dallo Stato una cifra variabile per coprire le perdite dovute alla crisi.

I sussidi dovrebbero compensare i vettori per le perdite dall’inizio dello stato di emergenza a marzo fino alla fine di giugno di quest’anno. L’importo del sussidio verrà calcolato per numero di sedili degli autobus rimasti vuoti al giorno. Lo Stato distribuirà il denaro in base alle classi di emissione degli autobus e alla loro capacità. I vettori con la classe di emissioni EURO VI più ecologica riceveranno il massimo, fino a 135 corone per sedile al giorno. Anche qui sono comunque previsti dei tetti.

Prolungamento di COVID kultura

Artisti e imprenditori nel campo della cultura potranno richiedere una sovvenzione nell’ambito del programma COVID kultura, che prevede lo stanziamento complessivo di 750 milioni di corone. L’aiuto sarà fornito a chi ha sostenuto costi inutili o non ha potuto continuare la propria attività artistica o culturale a causa delle misure in atto contro la diffusione del coronavirus.

Non essendo esperti economisti, magnaschei di lungo corso, squali della finansa, la nostra panoramica è piuttosto miope. Potete trovare maggiori dettagli sul programma Antivirus (in ceco) nell’articolo di ČTK oppure presso i vari ministeri di riferimento:

Altro nella sezione Lavoro


Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato su cosa succede a Praga e in Repubblica Ceca, metti Mi Piace sulla nostra pagina Facebook “Italia Praga one way” iscriviti al gruppo.
Non dimenticare di seguire anche il nostro canale Instagram.
Hai domande da farci? Iscriviti al gruppo ufficiale “Italiani in Repubblica Ceca”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Accetto la Privacy Policy * for Click to select the duration you give consent until.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.