17.2 C
Praga
venerdì, Maggio 20, 2022
TM
HomeCittà cecheCittà ceche: Ústí Nad Labem, natura industrializzata

Città ceche: Ústí Nad Labem, natura industrializzata
C

Iscriviti alla nostra newsletter

Ma pensa, quando ci portavano le gite con la scuola mi sembravano brutte e noiose, invece questo castello è proprio bello.

Anonima

Così disse una mia amica di Ústí nad Labem quando mi porto a vedere il castello di Střekov. Un castello medievale un po’ diroccato, che domina la città, grigio e maestoso. Indiscutibilmente molto bello, degno di comparire in un booklet dei Cradle of Filth, tuttavia non una grande attrazione turistica a causa della location e del fatto di essere, appunto, diroccato e non proprio abitabile.

La location appunto. Ústí nad Labem è, assieme a Děčín, l’ultima città nel nord-ovest della Repubblica Ceca prima del confine tedesco, dista circa mezz’ora da Dresda. Una città industriale, mineraria, capoluogo della regione col più alto tasso di disoccupazione della Repubblica Ceca.

>>ISCRIVITI AL GRUPPO FACEBOOK ITALIANI IN REPUBBLICA CECA<<

Insomma, un luogo che, come Zlín, ha tutte le carte in regola per essere orrendo. Ma per una serie di circostanze ha un fascino molto particolare.

Non è però, in questo caso, una questione di genio urbanistico a rendere la città affascinante. Ústí nad Labem infatti è incastrata in una gola dell’Elba – il nome della città (Außig an der Elbe in tedesco) significa letteralmente “Bocche sull’Elba” – che il fiume ha scavato attraverso alle Krušné Hory (Monti metalliferi).

Sostanzialmente, l’asperità della natura si completa e compenetra con le architetture, con i ponti di acciaio e il fumo delle fabbriche (e le stesse fabbriche). Il risultato è un panorama grigio e arido (emotivamente), con il grande fiume che vi scorre al centro. Tant’è che, sebbene la città in sé non abbia molto da offrire, esclusa, forse, una delle poche torri pendenti della Repubbblica Ceca, ad affascinare è il panorama che si vede dalle rive del fiume e i ponti. Uno in particolare, il nuovo Marianský Most, ha vinto, nel 1999, il premio European Steel Design Awards dell’Associazione europea delle strutture in acciaio (ECCS).

Sito: www.usti-nad-labem.cz/

blank

Tiziano Marasco
Tiziano Marascohttps://www.tizianomarasco.com
Il Vojvoda | Friulano di nascita, parla 9 lingue e scrive in 4 alfabeti. Ha studiato metallistica all'università di Hedlund e seguito le lezioni del professor Krull. Alimenta la fiamma di Trockij, si è stabilito a Praga nel 2011. All'epoca stava fuggedo dalla Russia, dove aveva tentato di sabotare la rielezione di Putin. Riparato a Vienna ha provato a convincere gli austriaci a riprendere le loro terre, stabilendo però il parlamento al Karlmarxhof. Fallito anche questo tentativo, si è stabilito a Praga dove lo aveva invitato il suo amico Egon Bondy. Potete trovarlo a Žižkov travestito da Major Zeman. Per italia praga one way fa il favellatore di lingua ceca e riceve mezzo chilo di halušky al mese (con la bryndza e la slanina, mica quelli coi crauti).

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Must Read