Comites - immagine dell'AmbaPraga
TM

Per la prima volta dalla loro istituzione – avvenuta nel 1985 – anche per gli italiani residenti in Repubblica Ceca sarà possibile eleggere un proprio Comites.

I Comites, acronimo di Comitati degli Italiani residenti all’estero, sono organismi rappresentativi della collettività italiana, eletti direttamente dai connazionali residenti in ciascuna circoscrizione consolare (praticamente un paese in cui c’è un’ambasciata) ove risiedono almeno 3.000 connazionali iscritti all’AIRE. In circoscrizioni ove risiedono meno di tremila cittadini italiani i Comitati possono essere nominati dall’Autorità diplomatico-consolare.

Giusto per, dato che siamo qui – nel 2018 per la Repubblica ceca risultavano iscritti all’Aire meno di 4.000 italiani. Ad oggi, il numero ha superato i 7.000. Le malelingue sostengono sia dovuto a una pandemia che ha indotto molti diffidenti dell’autorità a iscriversi all’Aire per avere eventuali maggiori tutele se le cose si mettono male. Lungi da noi essere tra queste malelingue.

Adv Inline

Che fanno i Comites?

Si è detto che hanno funzioni di tutela, oltre a ciò sono un organismo che permette al cittadino comune di meglio interfacciarsi con le istituzioni italiane all’estero. Infine hanno funzione di promozione della cultura italiana all’estero.

Tradotta in soldoni, con esempi concreti:

  • Volete lamentarvi circa la qualità dei servizi consolari? Fatelo tramite il Comites, che è sicuramente più autorevole di un post su Facebook zeppo di improperi. Questo punto lo scriviamo noi per primi perché tanto, visto il sentimento comune imperante, qualcuno lo avrebbe chiesto comunque.
  • Avete scoperto che esiste un modo di iscriversi allo Spid senza bisogno di un numero di telefono italiano? Scrivetelo al Comites (oltre che a noi e all’ambasciata) così lo sapranno ancora più persone.
  • Avete un bel lavoro da impiegati al comune ma la vostra ragazza tenta di convincervi a mollare tutto per andare a vivere a Mosty u Jablunkova. Non vi sentite sicuri e volete informazioni? Oltre a guardare il Rozbludník (che non ha però informazioni tanto specifiche) o chiedere a noi (che non sappiamo dove sia quel posto), potete scrivere al Comites, che per inciso può avere un sito e una sede fisica, ovvero può dedicare una persona a questo tipo di ricerche.

Andando a un livello superiore, i comitati contribuiscono ad individuare le esigenze di sviluppo sociale, culturale e civile della comunità di riferimento; promuovono, in collaborazione con l’autorità consolare e altri enti iniziative nelle materie attinenti alla vita sociale e culturale, con particolare riguardo alla partecipazione dei giovani, alle pari   opportunità, all’assistenza sociale e scolastica, alla formazione professionale, al settore ricreativo, allo sport e al tempo libero.

Chi può far parte dei Comites e chi può eleggerli?

I Comites sono composti da 12 o 18 membri, a seconda che vengano eletti in Circoscrizioni consolari con un numero inferiore o superiore a 100 mila italiani iscritti all’Aire.

Oltre ai membri eletti di cittadinanza italiana (ovvero gente iscritta all’Aire da almeno 6 mesi alla data delle elezioni), possono far parte del Comitato cittadini stranieri di origine italiana. Un esempio? Peter Pellegrini ci sta bene per un Comites slovacco.

Come funziona l’elezione

Se c’è almeno una lista candidata al Comites (e questa volta a Praga c’è) dovete fare richiesta di poter votare entro il 3 novembre.

Per effettuare tale richiesta potete iscrivevi sin da ora nell’elenco elettorale attraverso il portale dei servizi consolari Fast It, a questo link https://serviziconsolari.esteri.it/ScoFE/index.sco

Una volta aperto il link, selezionate la funzione dedicata alle elezioni: “Domanda di iscrizione nell’elenco elettorale per le elezioni dei Comites”. La procedura sul portale Fast It sarà interamente guidata e tutta digitale, per una massima rapidità e sicurezza.

In alternativa, il cittadino potrà far pervenire il modulo per l’iscrizione nell’elenco elettorale per le elezioni dei Comites in uno dei seguenti modi:

  • consegnandolo di persona al consolato (previo appuntamento – presentarsi muniti di un documento di identità);
  • inviandolo per posta cartacea insieme a fotocopia di un documento di identità comprensivo della firma del titolare (significa che dovete firmare anche lo scan del documento);
  • inviandolo per posta elettronica ordinaria (mail) oppure certificata (PEC), insieme a copia del documento d’identità, comprensivo della firma del titolare (significa che dovete firmare anche lo scan del documento).

Il modulo lo trovate a questo link qua modulo_domanda_iscrizione_elenco_elettori.doc (live.com)

Nella parte “All’AMBASCIATA/CONSOLATO D’ITALIA IN” dovete scrivere “PRAGA”.

Il resto dovreste farcela da soli.

Una volta consegnata la domanda, dopo qualche tempo riceverete il plico elettorale per posta, voterete i membri della lista che vi aggradano (il massimo dovrebbe essere 4).

L’elezione in sé si svolge il 3 dicembre, vale a dire che dovete rispedire la busta col vostro voto entro quella data.

Materiali governativi extra

Altro nella sezione Vivere


Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato su cosa succede a Praga e in Repubblica Ceca, metti Mi Piace sulla nostra pagina Facebook “Italia Praga one way” e aggiungimi agli amici.
Non dimenticare di seguire anche il nostro canale Instagram.
Hai domande da farci? Iscriviti al gruppo ufficiale “Italiani in Repubblica Ceca”.

Adv Bottom

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.