11.2 C
Prague
giovedì, Aprile 25, 2019

Home Notizie Dalle istituzioni Comunicato Ambasciata: L’Abruzzo guarda alla Repubblica Ceca

Comunicato Ambasciata: L’Abruzzo guarda alla Repubblica Ceca

L’Abruzzo guarda alla Repubblica Ceca Una collaborazione all’insegna della promozione territoriale e del patrimonio ambientale sostenuta dall’ambasciatore Aldo Amati.

La Regione Abruzzo ha partecipato per il secondo anno consecutivo alla fiera della Barcolana, uno degli appuntamenti che tradizionalmente precedono la storica regata velica che annualmente si tiene nel golfo di Trieste nella seconda domenica di ottobre.

>>ISCRIVITI AL GRUPPO FACEBOOK ITALIANI IN REPUBBLICA CECA<<

Lo stand abruzzese è stato allestito col sostegno dell’assessore ai Parchi, Riserve e montagna, Lavori pubblici, Urbanistica, Emigranti e Tradizioni locali, Donato Di Matteo, al fine di far conoscere e promuovere il territorio, l’ospitalità e i prodotti agroalimentari regionali agli operatori della Slovenia, Croazia, Austria, Germania e Repubblica Ceca. Ed è proprio verso Praga che guarda l’assessore Di Matteo che sin dal suo insediamento, nel giugno del 2014, ha posto al centro dell’agenda il rispetto delle aree naturali e delle tradizioni locali, con l’obiettivo di promuovere le tipicità abruzzesi anche fuori dai confini regionali.

Un piano operativo che si colloca nel quadro degli indirizzi programmatici per la realizzazione delle azioni di governo dettati dal presidente della Regione Abruzzo, Luciano D’Alfonso, soprattutto per quanto concerne il legame tra la valorizzazione della cultura e l’attrazione turistica, tra il paesaggio e la tutela ambientale e lo sviluppo, rurale e commerciale. In un messaggio inviato in occasione della Barcolana all’ambasciatore d’Italia in Repubblica Ceca, Aldo Amati, l’assessore Di Matteo ha delineato il percorso che intende intraprendere nei prossimi mesi. “Sin dal mio insediamento ho favorito la costituzione di una rete tra i parchi e le riserve in grado implementare un modello di tutela e di crescita della ‘regione verde d’Europa’ – ha dichiarato Di Matteo – Senza trascurare la promozione della componente sociale e culturale della comunità regionale, in quanto garanzia di uno sviluppo sostenibile e duraturo, nonché fattore veicolare di un’unione sempre più stretta fra i popoli europei. Allora ben si pone all’interno di questa azione – ha aggiunto l’assessore – uno scambio di relazioni per la promozione dell’Abruzzo in Repubblica Ceca individuando così nuovi orizzonti di sviluppo per il futuro dei nostri territori, che hanno in comune le aree verdi, considerate gioielli d’Europa, la cura e la diffusione delle tradizioni e numerose eccellenze agroalimentari”.

L’ambasciatore Amati ha accolto la richiesta e si è offerto di supportare la Regione Abruzzo attraverso l’organizzazione di workshop con gli operatori turistici e commerciali cechi, nonché favorendo il dialogo con la comunità d’affari e con le istituzioni locali. “I Parchi e le Riserve, con la loro opera di tutela della flora, della fauna e degli ecosistemi ambientali, rappresentano al contempo uno strumento di protezione e un motore di crescita territoriale – ha dichiarato il diplomatico italiano – Le risorse naturali, combinate con una cultura enogastronomica di grande pregio e con un ricco patrimonio di tradizioni, costituiscono un importante volano per il turismo e per lo sviluppo economico dell´Abruzzo, oltre ad essere dei fattori di sicuro interesse per i cittadini e per gli operatori di settore della Repubblica Ceca“, ha concluso l’ambasciatore Amati.



Tiziano Marascohttp://www.tizianomarasco.com
Il Vojvoda | Friulano di nascita, parla 9 lingue e scrive in 4 alfabeti. Ha studiato metallistica all'università di Hedlund e seguito le lezioni del professor Krull. Alimenta la fiamma di Trockij, si è stabilito a Praga nel 2011. All'epoca stava fuggedo dalla Russia, dove aveva tentato di sabotare la rielezione di Putin. Riparato a Vienna ha provato a convincere gli austriaci a riprendere le loro terre, stabilendo però il parlamento al Karlmarxhof. Fallito anche questo tentativo, si è stabilito a Praga dove lo aveva invitato il suo amico Egon Bondy. Potete trovarlo a Žižkov travestito da Major Zeman. Per italia praga one way fa il favellatore di lingua ceca e riceve mezzo chilo di halušky al mese (con la bryndza e la slanina, mica quelli coi crauti).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Must Read

Praga: centro commerciale Kotva dichiarato patrimonio culturale

Il Ministero della Cultura ha nuovamente dichiaratoi il centro commerciale Kotva patrimonio culturale. La decisione diventa definitiva se non viene presentato ricorso contro di...

Praga, lavori in corso: sospensione tratta Strossmayerovo náměstí – Hradčanská

Lavori sulla linea dei tram Strossmayerovo náměstí – Hradčanská Da giovedì 11 aprile (ore 0:30 a.m.) fino a giovedì 18 aprile (ore 4:30 a.m) la...

Praga: beer garden Riegrovy sady sarà chiuso quest’estate?

Quest'anno dovremmo rimanere orfani del beer garden di Riegrovy Sady, uno dei principali ritrovi estivi per cechi e stranieri a Praga. L'area che circonda...

Praga: trasporto pubblico 2019-29, nuove linee di tram e metro oltre a maggiore frequenza

Il trasporto pubblico di Praga andrà incontro a importanti cambiamenti nei prossimi anni: verranno costruite nuove linee tranviarie, gli intervalli tra il passaggio di...

PragaVeg: dove mangiare vegetariano e vegano a Praga

Non è esattamente il nostro genere di cucina, ma riconosciamo che ultimamente il fenomeno del cibo vegetariano e vegano prende sempre più piede. Per...