17.8 C
Praga
mercoledì, Agosto 10, 2022
TM
HomeLavoroDichiarazione dei Redditi delle persone fisiche: cosa fare e come

Dichiarazione dei Redditi delle persone fisiche: cosa fare e come
D

Iscriviti alla nostra newsletter

Aggiornamento 03/02/2022

La dichiarazione dei redditi è il documento attraverso il quale il cittadino-contribuente comunica al fisco le proprie entrate, ovvero il proprio reddito, ed effettua i versamenti delle relative imposte.

Per quanto riguarda le persone fisiche, dobbiamo distinguere tra:

Lavoratori dipendenti

Base imponibile: il reddito imponibile comprende anche i contributi previdenziali ed assistenziali che sono previsti a carico del datore di lavoro e pari al 34% del reddito lordo. La base imponibile calcolata in questo modo si denomina stipendio superlordo (superhrubá mzda, che comunque il prossimo anno dovrebbe essere abolita). L’aliquota d’imposta applicata è del 15%.

Dichiarazione: le dichiarazioni dei redditi per i lavoratori dipendenti sono effettuate direttamente dai datori di lavoro entro il 31/03 dell’anno successivo. Dopo tale data il dipendente può richiedere al datore di lavoro la certificazione delle imposte versate.

Pagamento: è il datore di lavoro che fa da sostituto d’imposta e calcola le imposte da versare per conto del dipendente. Degli acconti sulle imposte vengono versati ogni mese e con la dichiarazione annuale viene effettuato il conguaglio.

In questo caso, insomma, fa tutto il datore di lavoro.

Se il dipendente invece ha anche altri redditi (magari è un OSVČ na vedlejší činnost) deve farsi la dichiarazione dei redditi da solo e in linea di massima rivolgersi ad un commercialista.

·Lavoratori autonomi – OSVČ

Base imponibile: gli OSVČ, nella propria dichiarazione fiscale, hanno la possibilità di dedurre una voce di costo flat in percentuale (%), evitando di specificare e documentare i singoli costi sostenuti nel corso dell’anno. Questa modalità costituisce un vantaggio per i lavoratori autonomi in quanto consente di ridurre l’imposta da versare (qualora le spese effettive nell’anno siano state inferiori alla voce di costo forfettaria) e di semplificare la compilazione della dichiarazione dei redditi in quanto le spese non vanno elencate, né documentate.

L’aliquota di costo flat è pari al 60% per i redditi derivanti da attività non artigianali. Tale aliquota forfettaria sarà applicabile ad una voce di costo per un importo massimo di 600 mila Czk. L’aliquota d’imposta è invece pari al 15% e sarà quindi calcolata sul 40% del fatturato.

Dichiarazione:, i lavoratori lavoratori autonomi tenuti a versare gli acconti (superate determinate soglie di fatturato) e a presentare, con cadenza annuale, la dichiarazione dei redditi con il conguaglio delle imposte. Gli OSVČ devono provvedere autonomamente alla propria dichiarazione dei redditi (o possono rivolgersi a un commercialista)

Pagamento: Gli OSVČ devono provvedere autonomamente al pagamento delle imposte – leggi anche OSVČ: Repubblica Ceca introdurrà la flat tax unificata

Secondo noi di Italia Praga one way l’idea migliore per le dichiarazioni dei redditi è quella di consultare uno studio di commercialisti come Savino & partners, che ci ha fornito il materiale da cui è sviluppato questo articolo.

Savino & partnersSconti su imposta

L’imposta può essere ridotta dagli sconti sull’imposta (sleva na dani) e dai bonus fiscali. Lo sconto annuale è riconosciuto:

  • Al contribuente (incluso il pensionato) fino a 30.840 Czk.
  • Per i lavoratori dipendenti questo sconto è dedotto mensilmente e direttamente nella busta paga. Per poter accedere allo sconto è necessario, al momento in cui si viene impiegati, compilare e firmare un modulo che si chiama PROHLÁŠENÍ poplatníka daně z příjmů fyzických osob ze závislé činnosti. Il foglio lo si consegna poi al proprio datore di lavoro.
  • Nel caso degli OSVČ va invece calcolato al momento della dichiarazione dei redditi annuale.
  • A coloro che hanno dei figli a carico. Attualmente la legislazione prevede credito d’imposta pari a CZK 15.204 per il primo figlio, CZK 22.320 per il secondo, e CZK 27.840 per il terzo e per i successivi figli a carico. Nel caso in cui il totale delle tasse da pagare sia superiore al credito d’imposta per i figli a carico, il contribuente riceverà una tax bonus speciale corrispondente alla differenza fra gli assegni familiari e il debito di imposta. Nel 2022 è introdotta l’abolizione del massimale di questo bonus fiscale speciale, che precedentemente era fissato per CZK 60.300 per anno.

Per i lavoratori dipendenti il beneficio fiscale è dedotto mensilmente direttamente nella busta paga. Questo sconto lo si ottiene nel momento in cui si viene impiegati, consegnando al proprio datore di lavoro l’atto di nascita dei/del figli/o e la dichiarazione della rinuncia del secondo gestore ad applicare per tale beneficio.

Nel caso degli OSVČ va invece calcolato al momento della dichiarazione dei redditi annuale.

Redditi maturati all’estero e trattati sulla doppia imposizione

I contribuenti che sul territorio della Repubblica Ceca hanno la residenza o vi si trattengono abitualmente, hanno l’obbligo di dichiarare l’imposta sui redditi maturati in Repubblica Ceca e devono dichiarare anche i redditi maturati all’estero. Questo ovviamente al netto delle disposizioni dei trattati contro la doppia imposizione.

Al fine di limitare la doppia imposizione del contribuente in Repubblica Ceca e all’estero, infatti, si applicano i cosiddetti trattati bilaterali stipulati tra Repubblica Ceca e paesi stranieri, se ce ne sono. Essendo entrambi membri dell’UE, tra Italia e ČR esistono trattati di questo tipo.

In conformità a questi trattati bilaterali, pertanto, i redditi maturati all’estero da residenti cechi sono esenti da imposta in Repubblica Ceca e assoggettati alla tassazione nel paese straniero. In tal caso, i costi relativi ai suddetti redditi non sono fiscalmente deducibili.

L’imposta che viene versata all’estero deve essere dimostrata attraverso una dichiarazione dell’amministratore fiscale straniero. In alcuni casi è possibile dimostrare il versamento dell’imposta avvenuto all’estero con una dichiarazione del sostituto di imposta o del depositario della ritenuta di imposta.

Redditi esenti dall’imposta sul reddito.

La legislazione ceca prevede vari redditi esenti dall’imposta, in seguito evidenziamo i cambiamenti per il 2022:

  • Rimane l’esenzione per i contribuenti per i reddito ricevuto dalle obbligazioni emesse all’estero;
  • Vi è un esenzione d’imposta sui contributi erogati dallo stato alle persone danneggiate in violazione della legge;
  • Vi è un esenzione d’imposta sui contributi erogati alle persone ferite dall’evento straordinario nel sito del deposito di munizioni di Vlachovice-Vrbětice.

Novità per il 2022

Modifica delle norme sulla valutazione dei beni

La modifica delle norme sulle stime di valutazione consiste principalmente nell’agganciare le stime al valore medio di mercato dei beni immobili su base annuale, e non più solo allo stato del bene stesso. In questo modo l’obiettivo è quello di avvicinare la stima al prezzo stabilito e negoziato dei beni immobili al suo valore reale.

Modifiche alla regolamentazione delle tariffe dell’acqua e delle fognature

Il Ministero delle Finanze ha pubblicato un nuovo decreto sulla regolamentazione dei prezzi nel settore dell’approvvigionamento idrico e delle fognature per il periodo 2022-2026, in vigore dal 1° gennaio 2022. Dopo la riduzione dell’IVA sulle tariffe dell’acqua e delle fognature dal 15% al 10% nell’anno scorso, l’autorità continua il suo approccio attivo alla regolamentazione dei prezzi nel settore idrico. In questa valutazione compaiono nuove regole per garantire che il consumatore paghi solo il necessario. Il principale cambiamento nella valutazione è l’introduzione della cosiddetta perequazione in modo da evitare discriminazioni per il consumatore. Infatti nel caso in cui vi sarà un consumo annuo minore a quello pattuito con l’ente regolatore, la società idrica restituirà questi fondi ai consumatori in forma di un prezzo più basso negli anni successivi.

Tutti gli articoli sulla sezione Lavoro


Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato su cosa succede a Praga e in Repubblica Ceca, metti Mi Piace sulla nostra pagina Facebook “Italia Praga one way” iscriviti al gruppo.
Non dimenticare di seguire anche il nostro canale Instagram.
Hai domande da farci? Iscriviti al gruppo ufficiale “Italiani in Repubblica Ceca”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Must Read