Pinuccio Sciola
TM

L’Istituto Italiano di Cultura (IIC) promuove un ciclo di iniziative per ricordare il celebre artista sardo Pinuccio Sciola a cinque anni dalla scomparsa.

L’IIC di Praga rende omaggio all’artista Pinuccio Sciola con una mostra di sculture sonore del grande artista sardo scomparso nel 2016, messe a disposizione dalla Fondazione di San Sperate (Cagliari) a lui intitolata e allestite fino all’8 ottobre 2021 nella Cappella barocca dell’Istituto su progetto dell’architetto Pierandrea Angius.

Artista apprezzato a livello internazionale con mostre personali e opere esposte in tutta Europa, Pinuccio Sciola è noto per la promozione dei murales, considerati al contempo come creazione artistica e come strumento di recupero e valorizzazione delle tradizioni rurali e popolari, e per aver trasformato il suo borgo natale di San Sperate in un “Paese museo”. Agli inizi degli anni ’90 Sciola inaugura una nuova sperimentazione sulla pietra che da materia dura e statica, relegata alla fruizione visiva e tattile, si trasforma in strumento musicale.

Adv Inline

Nascono così le Pietre sonore

Si tratta di sculture che pur riprendendo le forme del megalitismo preistorico sardo, parlano un linguaggio moderno. Ciò avviene attraverso incroci simmetrici di linee, volumi geometrici, forme astratte che giocano con il rapporto tra arte e natura, forma e contenuto, idea e materia. Nell’ambito della cerimonia di apertura della mostra, in programma mercoledì 8 settembre alle ore 19.00, si terrà un concerto di musica jazz con sonorità mediterranee. Il concerto sarà eseguito dal quintetto Sardinia Crossing Jazz Ensemble. Ne fanno parte Andrea Granitzio (pianoforte), Matteo Gallus (violino), Sebastiano Dessanay (contrabbasso), Daniele Russo (batteria) e Alice Marras (voce); direzione artistica: Andrea Granitzio.

L’omaggio a Pinuccio Sciola proseguirà mercoledì 15 settembre

Alle ore 18.00, con la proiezione nella Cappella barocca del pluripremiato documentario “Born of Stone” di Emilio Bellu, alla presenza del regista. La serata si aprirà con la presentazione della storica dell’arte Giulia Pilloni che ripercorrerà la carriera di Sciola e il suo legame con il suo paese natale. Farà seguito l’intervento del Maestro Andrea Granitzio incentrato sul rapporto tra suono e Pietre sonore.

Concluderà il tributo all’artista l’esibizione di un quartetto d’archi che, accompagnato dal suono delle pietre sonore eseguirà “Time Persistence”. Una composizione di Andrea Granitzio dedicata a Sciola. Gli eventi sono parte integrante del progetto multidisciplinare “Sardegna.

L’isola delle meraviglie”, patrocinato dalla Regione Autonoma della Sardegna, in collaborazione con ENIT, CAMIC, la rivista Progetto Repubblica Ceca, il notiziario La Pagina, il ristorante Ichnusa Botega Bistro e l’agenzia di viaggi Sardegna Travel di Praga.

L’ingresso alle iniziative è libero nel rispetto delle normative vigenti (mascherina,
distanziamento e green pass). Per accedere alla mostra è necessario prenotare la visita
scrivendo a: iicpraga@esteri.it

Tutti gli eventi


Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato su cosa succede a Praga e in Repubblica Ceca, metti Mi Piace sulla nostra pagina Facebook “Italia Praga one way” iscriviti al gruppo.
Non dimenticare di seguire anche il nostro canale Instagram.
Hai domande da farci? Iscriviti al gruppo ufficiale “Italiani in Repubblica Ceca”.

Adv Bottom

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.