Lavoro a Praga: tante posizioni aperte in Wunderman

Trasmettiamo il comunicato stampa della Camera di commercio italo-ceca (Camic) sui dati di interscambio tra i due paesi.

L’Italia è il quarto partner commerciale europeo e il quinto mondiale della Repubblica Ceca, con un volume di affari in espansione dell’11,6%. Secondo i dati rilasciati dall’Ufficio di Statistica Ceco (ČSU) il 2016 è stato un anno di grandi successi per l’interscambio commerciale tra Italia e Repubblica Ceca. L’Italia ha superato Francia e Austria.

Dopo il record segnato nel 2015, l’interscambio commerciale tra i due Paesi ha raggiunto nel

2016 la cifra di 11,8 miliardi di euro, in aumento dell’11,6%. L’Italia diventa quindi il quarto partner commerciale europeo e il quinto mondiale della Repubblica Ceca. Davanti all’Italia solo la Germania, la Cina, la Polonia e la Slovacchia.
“L’andamento del commercio estero tra l’Italia e la Repubblica Ceca è il risultato del lavoro svolto dalle imprese italiane in Repubblica Ceca e della crescente attenzione delle aziende ceche per il mercato italiano. In questi ultimi anni stiamo assistendo stabilmente a una crescita dell’intercambio a doppia cifra. Le aziende ceche e italiane hanno saputo instaurare dei rapporti commerciali contraddistinti da grande serietà e professionalità. L’ottimo andamento del commercio con l’Italia è uno dei motivi per cui le aziende italiane dovrebbero investire di più in Repubblica Ceca“, ha dichiarato il presidente della Camic Gianfranco Pinciroli.
“Fa molto piacere assistere a questa crescita straordinaria dell’interscambio che è motivo di orgoglio per il Sistema Italia in Repubblica Ceca. Siamo in presenza di un mercato, quello ceco, che offre un ampio ventaglio di opportunità che va esplorato costantemente nelle diverse Regioni stimolando l’ottima predisposizione del pubblico verso i prodotti made in Italy e lo stile di vita italiano”, ha dichiarato l’Ambasciatore Aldo Amati.
In forte crescita, del 16,6%, le vendite verso l’Italia, che toccano i 6,3 miliardi di euro, grazie alle quali Italia è il sesto mercato mondiale per le imprese ceche. Gli acquisti dall’Italia sono cresciuti del 6,6% raggiungendo quota 5,5 miliardi di euro. Nelle importazioni l’Italia è il quinto paese più importante per la Repubblica Ceca subito dopo Germania, Cina, Polonia e Slovacchia.
La bilancia commerciale quindi risulta in attivo a favore della Repubblica Ceca per 800 milioni di euro. Si conferma la posizione strategica dell’industria automobilistica e meccanica, che pesa nell’interscambio Italia–Repubblica Ceca di 5,2 miliardi di euro, +13,9 % rispetto al 2015. Nelle importazioni dall’Italia in forte aumento settori come gli acquisti di elettrodomestici e altre apparecchiature elettroniche (+19,1%), di mobili (14,6%), di apparecchiature di precisione e ricerca (+12%) e anche di vino (+11%). Per quanto riguarda le vendite verso l’Italia tra i settori più dinamici c’è l’industria del tabacco (+73,3%), le vendite di macchinari per l’industria (+34%), di automobili (+32,2%) e di apparecchiature per la ricerca (+27,1%).

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.