Filippo Mari

La nostra rubrica dedicata agli italiani a Praga continua con l’intervista a Filippo Mari.

D: Ciao Filippo, di cosa ti occupi?

R: Ciao Massimo, grazie per avermi invitato per questa intervista. Di cosa mi occupo? Be’, fammi fare un piccolo passo indietro…Per circa 10 anni ho lavorato per grandi aziende multinazionali specializzandomi nel marketing, la mia passione insieme allo sport e alla fotografia. Non ero molto soddisfatto perché non riuscivo a “creare” abbastanza in quegli ambienti così rigidi ed è cosi che è arrivata la crisi dei 30 anni!

Ho quindi deciso di prendermi un anno sabbatico qui in Rep. Ceca dove ho riflettuto sul futuro, ho scritto un libro intitolato “I want to rock your gipsy soul” che parla di un mio viaggio in Australia in stile vacanza lavoro della durata di un anno e mezzo , mi sono costruito i mobili della casa, e ho creato BIKO Adventures Prague, un’agenzia specializzata in tour in mountain bike e altre attività outdoor in Rep. Ceca. Grazie a BIKO ho potuto combinare le mie passioni: marketing perché mi occupo di tutto, dal sito ai materiali promozionali, dalle uniformi alle pubbliche relazioni; fotografia perché offriamo ai nostri clienti un reportage gratuito; sport perché ovviamente sono in sella tutti i giorni.

D: Per quale motivo hai scelto proprio Praga?

R: Nel 2006, dopo la vittoria dei mondiali, sono partito con 2 amici da Ferrara direzione Praga…in bicicletta. Siamo passati prima da Lubiana e poi da Vienna dove abbiamo imboccato la Greenway fino a Praga. Lungo il tragitto, a Tabor, ho incontrato una bella ragazza che adesso e’ mia moglie.

D: Hai avuto difficoltà ad apprendere il ceco?

R: Dopo due anni e mezzo che vivo qui in pianta stabile e 6 anni che vado avanti e indietro ho ancora qualche problema a parlarlo sebbene riesco a sopravvivere. Ho fatto dei corsi estivi intensivi e cerco di praticarlo ogni giorno ma nonostante ciò il mio livello e’ ancora intermedio. Sicuramente potrei applicarmi di più ma credo sia una lingua molto difficile.

D: Come si svolge una tua giornata tipo?

R:Adesso che e’ piena stagione abbiamo molti tour perciò mi sveglio verso le 7.30 e faccio una super colazione. Poi controllo la mail per vedere se ci sono dei nuovi clienti o fornitori ai quali rispondere e pubblico qualche cosa sulla fanpage di Facebook alla quale dedico molto tempo. Alle 9.00 sono già in negozio ad Andel per preparare le bici perché alle 10 arrivano i clienti e si parte. La sera di nuovo sul computer perché BIKO va costantemente supportato. Ciò però non mi impedisce di cucinare una buona cena con mia moglie ed innaffiare i pomodori in giardino.

D: Spiegaci un po’ il mondo della MTB in Rep.Ceca. E’ uno sport che sta prendendo piede?

R: I cechi vanno davvero tanto in MTB. Ci sono centinaia di chilometri di itinerari segnati, bike parks e il piu’ bel circuito di mountain bike dell’europa Centrale, Singltrek pod Smrkem. La passione per le due ruote quindi è elevata. Quando pero’ ho cominciato a frequentare la Rep. Ceca ho notato che il mondo del turismo non offriva niente a parte i classici tour nel centro storico. Cosi’ ho deciso di accettare la sfida e lanciare la prima agenzia di veri tour in mountain bike. Anche noi abbiamo un tour in città e un tour classico a Karlstejn ma quello che ci contraddistingue sono i nostri tour, tutti con anche versione difficile per biker esperti, a Karlstejn in versione off road attraverso le colline, alla mecca del freeride di Praga chiamata Tocna, nei parchi di Praga affiancati ai quartieri comunisti e da qust’anno anche al sopracitato circuito di Singltek pod Smrkem.

È un impresa difficile perché non solo i turisti non si aspettano di poter fare della vera mountain bike a Praga ma anche le agenzie di promozione turistica e incoming hanno difficolta’ a capire cosa realmente facciamo. C’e’ bisogno di tempo ma sono convinto di potercela fare, le recensioni su Trip Advisor e su Facebook lasciateci dai clienti sono estremamente incoraggianti. Anche il famoso marchio Giant ha deciso di credere in noi e da quest’anno e’ il nostro sponsor. Questo ci permette di fornire ai clienti bici fantastiche del valore di 1800 euro e più. Il nostro sogno: trasformare Praga in una rinomata capitale per la MTB…le caratteristiche ci sono tutte.

D: Vieni da una città (Ferrara) dove l’uso della bici è molto diffuso. A Praga invece non è proprio così, vero? Hai qualche consiglio per gli amministratori della città per favorire l’uso della bici nella vita quotidiana?

R:Ferrara e’ un paradiso per i ciclisti. Fin dalle elementari i miei genitori mi permettevano di andare a scuola in bicicletta. Qui a Praga ci sono tante ciclabili ma al di fuori del centro e spesso non sono ben collegate le une alle altre. Ad esempio io vivo a Košíře, un piccolo quartierino in collina a poche fermate di tram da Andel. Per andare in centro devo scendere e percorrere Plzeňská che e’ una via terribilmente trafficata e senza una ciclabile appropriata che scoraggia quindi l’utilizzo della bici.

Sicuramente la morfologia urbana di Praga non e’ delle migliori dal punto di vista ciclistico (ma mountain bike si!) ma sono certo che gli amministratori potrebbero fare molto di più collegando in maniera ottimale almeno i punti più importanti della città.

D: Filippo, 2 anni e mezzo dopo, come è cambiata la tua vita da quando risiedevi in Italia?

R: La mia vita e’ cambiata tantissimo…in meglio. In poche parole quello che apprezzo di piu’ dello stare qui e’ che ho potuto cominciare la mia start up facilmente, cosa che in Italia sarebbe stata quasi impossibile , che c’e’ tanta natura a portata di mano e poca gente e che il costo della vita e’ ancora ragionevole.

D: Qualche volta desideri tornare in Italia?

R:Desidero spesso tornare in Italia ma come turista!

D: Consiglieresti la Rep.Ceca a chi intendesse trasferirsi per ricominciare una nuova vita?

R:Sicuramente. E’ un paese in espansione, con un’ottima qualità della vita e tante opportunità. Un paese dove l’est e l’ovest si incontrano e fondono in maniera fantastica.

D: Se potessi tornare indietro, rifaresti le stesse scelte?

R: Sono molto contento delle mie scelte, sto cercando di inseguire i miei sogni quindi rifarei tutto quello che ho fatto e sto facendo al 100%. Ancore non so dove mi porterà e se le mie scelte sono state quelle giuste. BIKO e’ ancora una start up e in inverno lavoro anche come insegnante di italiano e marketer freelance per sbarcare il lunario. E’ una vita dura ma sono felice. Grazie mille per la bella chiacchierata, un saluto a tutti gli italiani con la valigia.

Foto – Biko-adventures

Tutte le interviste


Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato su cosa succede a Praga e in Repubblica Ceca, metti Mi Piace sulla nostra pagina Facebook “Italia Praga one way” e aggiungimi agli amici.
Non dimenticare di seguire anche il nostro canale Instagram.
Hai domande da farci? Iscriviti al gruppo ufficiale “Italiani in Repubblica Ceca”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.