0.7 C
Praga
domenica, Novembre 27, 2022
HomeIntervisteItaliani a Praga: Marcello Marchese

Italiani a Praga: Marcello Marchese
I

Iscriviti alla nostra newsletter

Questa settimana recuperiamo la nostra intervista del 2014 a Marcello Marchese, palermitano e trasferitosi a Praga.

D: Ciao Marcello e grazie per essere qui a dedicarci un po’ del tuo tempo. Riesci a fare un confronto tra il tuo tenore di vita in Italia e in Repubblica Ceca?

R: Ciao Massimo e grazie per questa intervista innanzitutto. Il mio nome è Marcello Marchese e fra le altre cose sono un Internet Marketer: insegno Persuasione e Vendita sul blog PersuasioneSvelata.com e copywrighting sul mio sito personale. Per quanto riguarda il tenore di vita di Praga rispetto all’Italia non ci sono paragoni. Cosa si può chiedere di più da una città che ha l’efficienza delle grandi metropoli ma i prezzi di un paesino? In Italia ho vissuto 21 anni e ho ben impresse nella mia mente le ore ad aspettare nel traffico, i problemi di parcheggio, le lunghe code alle poste (questa in particolare è una cosa che ricorderò per sempre).

A Praga vivo al centro, prendo il tram che passa in massimo 10 minuti, mangio spesso fuori spendendo sui 10€ per un pranzo abbondante, esco e posso conoscere gente da tutto il mondo. Qui voglio aprire una parentesi: forse sono strano io ma secondo me gli italiani non sanno molto divertirsi. La classica serata italiana consiste nel ritrovarsi con un gruppo di amici con cui probabilmente ci si conosce dalle medie o dalle superiori e stare attorno ad un tavolo bevendo un cocktail e parlando dei fatti degli altri.

Magari sto un po’ esagerando ma in generale è così. A Praga si vive in modo molto più internazionale, si conoscono altre culture (e non solo quella ceca, anzi c’è il rischio di conoscere meglio quella russa) e poi tante belle ragazze.

D: Perché hai scelto proprio Praga?

R: Ho vissuto un anno a Madrid e volevo cambiare. La Spagna è bella ma ha molti aspetti in comune con l’Italia. L’Est Europa è stata una grande scoperta per me e me ne sono innamorato. Praga era il mix perfetto fra Europa Centro-Est e ambiente internazionale.

D: Cosa stai facendo adesso a Praga?

R: Praga è la città in cui vivo ma il lavoro è completamente disconnesso facendo tutto con Internet. Diciamo che Praga è il “parco dei divertimenti” o il “film” che ho deciso di vivere in questo momento.

D: Ci descrivi il tuo lavoro?

R: Il mio lavoro consiste nell’aiutare i venditori a guadagnare di più con la Persuasione. Il guadagno viene dalla vendita degli infoprodotti, cioè prodotti digitali come ebook, audiocorsi e videocorsi che metto a disposizione di chi vuole approfondire.

Il fatto che ho scelto di non avere un ufficio mi permette di lavorare con il laptop e la connessione ad Internet.

Il business si basa sul blog www.persuasionesvelata.com in cui ci sono vari articoli e un corso gratuito via email sulla Persuasione e Vendita che chiunque stia leggendo questa intervista può andare a seguire inserendo il proprio nome ed email.

Per quanto riguarda la mia giornata normale, mi alzo verso le 9:30 e vado in quello che chiamo “ufficio” che in realtà è lo Starbucks, cioè una caffetteria. Il bello di questo posto, a parte il fatto che è situato nella piazza principale (Václavské náměstí 40), è il fatto che c’è il wifi gratuito, prese della corrente e nessun cameriere che ti assilla con richieste d’ordini. Volendo puoi anche salire al piano di sopra e stare lì tutto il giorno, posti del genere sono impensabili in Italia.

All’inizio mi occupo di rispondere alle email e e poi comincio il lavoro vero e proprio che può essere per esempio la creazione di un nuovo ebook. Quindi, semplicemente, apro Word e comincio a scrivere. Una volta finito l’ebook mi faccio creare da un mio collaboratore grafico la copertina e la grafica della pagina di vendita associata e scrivo anche il testo che convince il lettore ad acquistare il prodotto. Poi segnalo la nuova creazione via email alla mia lista di persone interessate a questi argomenti e arrivano le vendite.

D: Cosa consiglieresti a chi vuole seguire le tue orme?

R: Chi volesse seguire le mie orme deve studiare l’Internet Marketing in modo serio. Il corso che ho seguito io e che consiglio a tutti è Cerchia Ristretta di Italo Cillo. Un’abilità fondamentale è quella di saper scrivere in modo persuasivo, perché se sai convincere con la scrittura hai già realizzato metà del lavoro mentre se sai organizzare tutto il sito ma alla fine nessuno compra non andrai da nessuna parte.

Per questo consiglio fortemente di studiare il Copywriting, che è appunto l’arte di scrivere per persuadere, in particolare da autori americani come John Carlton, Yanik Silver, Dan Kennedy o anche attraverso i report su Report7Euro.com. Quest’ultimo è un progetto che ho creato col mio collaboratore Deni Benati con lo scopo di vendere ebook di qualità a basso prezzo, su argomenti ben specifici.

D: Cosa ti ha sorpreso positivamente di Praga nei primi giorni?

R: Forse l’atmosfera internazionale, ma i primi giorni avevo un’idea molto diversa dalla città. Ormai mi sono convinto che devi vivere almeno 9 mesi in un posto per passare dalla modalità “turista” ad “abitante”. Letteralmente la città si trasforma sotto i tuoi occhi.
Negli ultimi mesi ho scoperto il vero cuore di Praga, una città che va gustata a piedi, perdendosi per le mille viuzze ed entrando nei café o ristoranti più nascosti, perché ognuno di loro riserva una sorpresa.

D: Come la vedi l’Italia da Praga?

R: L’immagine che ho dell’Italia viene principalmente dai miei amici di Facebook. Mi sembra purtroppo un paese abbastanza statico, dove ci si lamenta molto ma non si conclude niente. E’ un paese in cui non conviene investire date le tasse altissime e la burocrazia soffocante, dove ci si accontenta di un posto di lavoro full-time per 800€ e ci si ritiene fortunati…Ho un amico spagnolo che fa lezioni private e guadagna 1000€ lavorando 3 o 4 giorni la settimana per mezza giornata, e vive a Praga, nel centro dell’Europa, non fa certo il commesso in un paese sperduto dell’Italia. La vedo brutta per l’Italia se non cambia tutto radicalmente.

D: Consiglieresti ad un amico di trasferirsi a Praga o in Rep.Ceca?

R: Assolutamente sì, vai tranquillo, sarà uno dei periodi più belli della tua vita!

Grazie Marcello e buona fortuna per la tua attività e per la tua esperienza a Praga, anche a nome di Italia Praga One Way.

 

Tutte le interviste


Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato su cosa succede a Praga e in Repubblica Ceca, metti Mi Piace sulla nostra pagina Facebook “Italia Praga one way” e aggiungimi agli amici.
Non dimenticare di seguire anche il nostro canale Instagram.
Hai domande da farci? Iscriviti al gruppo ufficiale “Italiani in Repubblica Ceca”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui
Captcha verification failed!
Punteggio utente captcha non riuscito. Ci contatti per favore!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Must Read