Praga: giunta pensa di proibire la vendita di alcolici dopo le 22

Se nel centro di Praga, a qualsiasi ora della notte, volete bere dell’alcool, vi basta entrare in uno dei molti minimarket e souvenir shop e comprare più o meno qualsiasi cosa stia tra il gingerino e l’assenzio a 90°. Almeno per ora, perché la giunta di Praga, come riporta iHned, ha avviato una discussione che potrebbe portare un decreto volto a vietare la vendita di alcolici in aree problematiche della capitale dopo le 22.

Il motivo è infatti il rumore prodotto durante la notte da persone in stato di ebbrezza (turisti e non), che causa frequenti lamente degli abitanti del centro della capitale ceca – che evidentemente non seguono l’esempio veneziano di abbandonare una zona ormai invivibile.

Quali siano le “aree problematiche”, ad ogni modo, non è dato saperlo al momento, nonostante diversi membri della giunta si dichiarino favorevoli. Quello che è certo, ad ora, è che il divieto riguarderà i minimarket e non i bar. Quindi difficilmente a Praga 1 ci saranno miglioramenti. A Žižkov invece sarebbe come lamentarsi dei cinghiali e andare a caccia di orsi. I bar sono talmente tanti che gli unici a usufruire dei minimarket sono quelli che han voglia di bere rum e cola in casa mentre ascoltano i Dream Theater con il coinquilino.


Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato su cosa succede a Praga e in Repubblica Ceca, metti Mi Piace sulla nostra pagina Facebook “Italia Praga one way” e aggiungimi agli amici.
Non dimenticare di seguire anche il nostro canale Instagram.
Hai domande da farci? Iscriviti al gruppo ufficiale “Italiani in Repubblica Ceca”.

Articolo precedenteLavoro Repubblica Ceca: offerte Grafton 26 luglio-2 agosto 2017
Articolo successivoVita Praghese: curiosità sui sídliště e paneláky
Il Vojvoda | Friulano di nascita, parla 9 lingue e scrive in 4 alfabeti. Ha studiato metallistica all'università di Hedlund e seguito le lezioni del professor Krull. Alimenta la fiamma di Trockij, si è stabilito a Praga nel 2011. All'epoca stava fuggedo dalla Russia, dove aveva tentato di sabotare la rielezione di Putin. Riparato a Vienna ha provato a convincere gli austriaci a riprendere le loro terre, stabilendo però il parlamento al Karlmarxhof. Fallito anche questo tentativo, si è stabilito a Praga dove lo aveva invitato il suo amico Egon Bondy. Potete trovarlo a Žižkov travestito da Major Zeman. Per italia praga one way fa il favellatore di lingua ceca e riceve mezzo chilo di halušky al mese (con la bryndza e la slanina, mica quelli coi crauti).

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.