Jan Blatný - riaperture
Ministro della Salute Jan Blatný - copyright Úřad vlády ČR - https://www.facebook.com/uradvlady/photos/10158761918845390

Come probabilmente saprete, le riaperture di oggi riguardano le cartolerie e i negozi di abbigliamento per bambini.

Questa cosa significa, almeno da quanto ci riferisce Seznamzprávy, che possono riaprire bene o male tutti i negozi di abbigliamento e/o di scarpe (tipo, Baťa dovrebbe riaprire). Possono però vendere solo dětská móda. In soldoni potete andare da H&M e comprare delle mutande a vostro figlio. Per le vostre mutande, invece, dovete ancora arrangiarvi con aghi, fili e toppe (tranquilli, le mercerie sono aperte). Queste sono le riaperture e pare che per un po’ non ce ne saranno altre. Anche le scuole restano chiuse.

Rimane valido il divieto di uscire la sera dopo le 21:00 e di bere alcolici in pubblico. Insomma, rimaniamo in fascia viola (livello 5) sebbene ormai 12 regioni ceche su 14 siano nella fascia rossa (livello 4) del sistema PES. E le ultime due (Praga e Zlín), sono arancioni (livello 3).

La situazione di ieri

Questo è dovuto ai nuovi criteri di calcolo di coefficiente del sistema PES, che noi vi avevamo anticipato, ma non sono stati definiti (dovrebbero esserlo mercoledì). Questi nuovi criteri infatti terranno conto della pressione del Covid sul sistema sanitario, ovvero del numero di ricoveri e terapie intensive.

Secondo il ministro della Salute Jan Blatný, la Repubblica Ceca potrebbe passare al livello 4 (con annesse riaperture) solo quando i ricoveri complessivi saranno scesi a “2.000 o 3.000”. Attualmente negli ospedali cechi i pazienti con il Covid sono purtroppo più del doppio, e ad oggi hanno raggiunto la mistica cifra di 6.666 – dato verificabile ogni giorno su seznam.cz.

A margine, Blatný ha anche affermato che la variante britannica del Coronavirus è presente nella Repubblica Ceca e si sta diffondendo molto rapidamente.

Altro nella sezione Notizie


Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato su cosa succede a Praga e in Repubblica Ceca, metti Mi Piace sulla nostra pagina Facebook “Italia Praga one way” e aggiungimi agli amici.
Non dimenticare di seguire anche il nostro canale Instagram.
Hai domande da farci? Iscriviti al gruppo ufficiale “Italiani in Repubblica Ceca”.

Articolo precedenteIIC: Programma gennaio 2021
Articolo successivoCeco in pillole #13: ordine delle parole vol #2 SVO, ma libero
Il Vojvoda | Friulano di nascita, parla 9 lingue e scrive in 4 alfabeti. Ha studiato metallistica all'università di Hedlund e seguito le lezioni del professor Krull. Alimenta la fiamma di Trockij, si è stabilito a Praga nel 2011. All'epoca stava fuggedo dalla Russia, dove aveva tentato di sabotare la rielezione di Putin. Riparato a Vienna ha provato a convincere gli austriaci a riprendere le loro terre, stabilendo però il parlamento al Karlmarxhof. Fallito anche questo tentativo, si è stabilito a Praga dove lo aveva invitato il suo amico Egon Bondy. Potete trovarlo a Žižkov travestito da Major Zeman. Per italia praga one way fa il favellatore di lingua ceca e riceve mezzo chilo di halušky al mese (con la bryndza e la slanina, mica quelli coi crauti).

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.