Affitto in Repubblica Ceca: alcune regole di base

Quali passi fare per affittare un appartamento a Praga

Questo articolo può essere visto come un’integrazione ai due articoli sulle zone di Praga in cui abitare e sui siti dove cercare affitti in CR. Qui vi offriamo alcune dritte sulle regole generali dell’affitto in Repubblica Ceca.

Regole per affittare o subaffittare una casa a Praga

La prima cosa da dire è che l’affitto in Repubblica Ceca può variare molto sulla base degli accordi che si prendono con il proprietario. Proprio sulla base di questo, e tenendo conto del fatto che siamo stranieri, la soluzione migliore è quella di cercare un subaffitto.

>>ISCRIVITI AL GRUPPO FACEBOOK ITALIANI IN REPUBBLICA CECA<<

  • Bollette e spese extra

Essere titolari di un affitto infatti significa avere una serie di responsabilità in più. Molto spesso infatti, il proprietario vorrà che i contratti per elettricità e gas siano intestati al titolare dell’affitto. Molto più raramente il proprietario rimarrà intestatario di tali contratti.

Nel primo caso, dunque, dovrete fare diversi giri per uffici, il primo anno, poi, pagherete un importo forfettario per luce e gas che verrà ricalcolato alla fine dei dodici mesi, con possibili supplementi di pagamento o (molto improbabili) rimborsi. Un po’ più rara è l’evenienza che l’importo forfettario mensile a fine anno subisca un aumento, ma è comunque possibile.

Se scegliete un subaffitto, invece, tali spese sono calcolate già nel prezzo dell’offrta, il che comunque non esclude un pagamento extra a fine anno. Luce e gas, di norma vengono tra le 1500 e le 3000 corone al mese in tutto.

  • Internet

A questo di solito si aggiungono le spese per l’internet, che è diviso tra coinquilini – alle volte anche tra più appartamenti. Il contratto più diffuso è della compagnia UPC e costa tra le 400 e le 800 corone al mese, a seconda della potenza richiesta. Il prezzo di internet, se volete affittare come titolari, non è mai calcolato. In subaffitto è normalmente calcolato o specificato a parte nell’annuncio. Altrimenti chiedete il costo quando andate a visitare la casa.

  • Caparra e contratto

Normalmente dovete versare una mensilità in anticipo, molto più rari i casi in cui la caparra non viene chiesta o vengono richieste più mensilità anticipate (solitamente 2, quasi sempre indicano che il proprietario ha avuto brutte esperienze). La regola aurea è quella di non pagare nulla in anticipo, perché comunque il proprietario non vi presenterà un contratto prima che abbiate messo piede in casa. Di solito la prassi è quella di firmare e pagare due mensilità il giorno del trasloco. Se invece siete in subaffitto, cercate di fare pressione per avere un contratto. In ogni caso, se non lo avrete, non sarà un grossissimo problema.

Leggi anche i nostri 10 consigli da seguire prima di firmare un contratto di affitto a Praga

  • Acessori dell’appartamento

Un appartamento può essere ammobiliato, parzialmente ammobiliato, oppure vuoto. Nel caso di un subaffitto significa doversi arredare la stanza, cosa fattibile con 3/4000 corone all’Ikea più passaparola con gli amici o offertoni sui gruppi di vendita Buy/sell su facebook. Al contrario, se affittate un nuovo appartamento come titolari la cucina deve esserci. E con essa una lavatrice e un frigo. In caso contrario, rivolgetevi altrove.

Per altre domande sulla vita a Praga, controllate anche il nostro Rozbludník

Rozbludník: l’articolo in cui rispondiamo alle vostre domande su Praga

Altro nella sezione Appena arrivati


Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato su cosa succede a Praga e in Repubblica Ceca, metti Mi Piace sulla nostra pagina Facebook “Italia Praga one way” iscriviti al gruppo.
Non dimenticare di seguire anche il nostro canale Instagram.
Hai domande da farci? Iscriviti al gruppo ufficiale “Italiani in Repubblica Ceca”.

Articolo precedenteLavoro per italiani in Repubblica Ceca | 14 – 20 novembre 2016
Articolo successivoComunicato IIC: invito al concerto del Duo Brikcius
Il Vojvoda | Friulano di nascita, parla 9 lingue e scrive in 4 alfabeti. Ha studiato metallistica all'università di Hedlund e seguito le lezioni del professor Krull. Alimenta la fiamma di Trockij, si è stabilito a Praga nel 2011. All'epoca stava fuggedo dalla Russia, dove aveva tentato di sabotare la rielezione di Putin. Riparato a Vienna ha provato a convincere gli austriaci a riprendere le loro terre, stabilendo però il parlamento al Karlmarxhof. Fallito anche questo tentativo, si è stabilito a Praga dove lo aveva invitato il suo amico Egon Bondy. Potete trovarlo a Žižkov travestito da Major Zeman. Per italia praga one way fa il favellatore di lingua ceca e riceve mezzo chilo di halušky al mese (con la bryndza e la slanina, mica quelli coi crauti).

2 Commenti

  1. Ciao sono un artista che vive a Berlino ma mi sto per trasferire a Praga dove posso trovare case in affitto? Conoscete un buon link?
    Grazie Mille
    Max

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.