Mangiare a Praga: la cucina ceca vol. #1

Continua il nostro viaggio alla scoperta del cibo della capitale: così, dopo avervi consigliato i top 5 ristoranti di Praga, esploriamo meglio la cucina tipica di questa città.

Ricca di pietanze a base di carne, grassi e sale accompagnate da gnocchi ipercalorici e copiose quantità di birra, la cucina a Praga, con il suo alto contenuto di colesterolo, è l’incubo dei cardiologi. Tuttavia, possiamo sostenere, che la cucina ceca sia straordinariamente saporita. Il paese può vantare infatti ingredienti di prima qualità, dalla selvaggina al pesce, dalle carni affumicate ai funghi selvatici; inoltre molti chef praghesi stanno iniziando a reinventare alcuni piatti tipici tradizionali, proponendone versioni più creative e… leggere!

Ma quali sono questi piatti? E cosa si nasconde dietro nomi del tipo svíčková na smetaně, česnečka kuře na paprice? Andiamo a scoprirlo.

La prima portata di un pasto è di solito una sostanziosa polévka (zuppa); spesso si tratta di bramboračka (zuppa di patate), houbová polévka (zuppa di funghi) o hovězí vývar  (brodo di manzo). Due altre deliziose zuppe (anche se ve le sconsigliamo se avete in programma un appuntamento galante) sono lacibulačka (zuppa di cipolla), un preparato cremoso a base di erbe e cipolle caramellata e la česnečka (zuppa d’aglio), un brodo estremamente piccante che, per qualche misteriosa ragione, sembra provocare dipendenza.

Passiamo agli antipasti: uno dei più famosi è di sicuro il Pražská šunka (prosciutto di Praga), dal sapore molto caratteristico: prima della cottura e dell’affumicatura, il prosciutto viene infatti messo in salamoia; il migliore è lo šunka od kosti (la parte vicino all’osso).

Il piatto tradizionale ceco è invece il vepřová pečeně s knedlíky a kyselé zelí (arrosto di maiale con gncchi e crauti); si tratta di una pietanza talmente onnipresente che spesso nei menù viene abbreviata in vepřo-knedlo-zelo. Il maiale, cosparso di sale e semi di cumino, viene arrostito a lungo e lentamente: un buon arrosto deve essere così tenero da potersi tagliare al primo tocco di una forchetta!

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Altro piatto popolare della cucina tipica di Praga sono i knedlíky (gnocchi di pane), preparati con farina, rosso d’uovo e latte; l’impasto viene fatto lievitare prima di essere cotto nell’acqua bollente e tagliato a fette. I migliori knedlíky sono quelli fatti in casa, mentre quelli serviti nella maggior parte delle birrerie e dei ristoranti sono di produzione industriale. Se gli gnocchi di pane vi sono sembrati sostanziosi, fidatevi che ibramborové knedlíky (gnocchi di patate) sono delle vere bombe caloriche e dopo averli mangiati dovrete dedicarvi ad un po’ di attività fisica a Praga!

Termina qui la prima parte sulla cucina a Praga; nel prossimo articolo andremo a vedere quali sono altri piatti tipici sempre a base di carne e di pesce, per concludere con una carrellata di dolci!


Previous articleRepubblica Ceca: torna ad agosto il Prague Pride 2016
Next articleKlubovna e lo “stile Berlino” a Praga
Il Granduca | Discendente di Machiavelli, è costretto a scappare dal Granducato. Additato come un Savonarola, scappa in Boemia nel falansterio della setta degli adepti di Feuerbach. Laureatosi in dottrina della sinistra hegeliana si reca tra i mormoni a professare le sue teorie, venendo rinominato il Bakunin dello Utah. Organizza moti operai negli opifici del Midwest con obiettivo l'impianto di manifattura del tabacco della Virginia, dove vive sotto la copertura di un compiacente aggancio schiavo del capitale. L'esperienza fallisce e torna alla sua seconda patria. È molto abile nei travestimenti: lo si vede spesso a Praga travestito da Conte Uguccione. Per italia praga one way smanetta come non ci fosse un domani, ricevendo in cambio 2 tlačenky ogni 7 giorni.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here