Burocrazia matrimoniale
Fotocredti - Di Harald Groven - Opera propria, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=7562538

Continuiamo la serie sul matrimonio in Repubblica Ceca. Oggi viene la parte più dura della burocrazia prematrimoniale.

La volta scorsa vi abbiamo raccontato come prenotare il vostro matrimonio in comune. Ora viene la parte pesante della burocrazia prematrimoniale.

Prima di mettervi a stampare le partecipazioni infatti dovete iniziare a raccogliere i documenti. E qui inizia la maratona burocratica. I documenti da procurarsi sono diversi a seconda della cittadinanza vostra e della vostra metà.

Burocrazia prematrimoniale se siete cittadini cechi

Per voi è tutto molto semplice: alla matrika (anagrafe) dovete portare solo la carta d’identità e il certificato di nascita (rodný list) in originale. Fanno le fotocopie e vi ridanno i documenti. E per voi è tutto lì. A meno che non siate divorziati non vi serve presentare altro.

Burocrazia prematrimoniale se siete cittadini stranieri

Anche voi dovrete presentare un documento d’identità e il certificato di nascita. Ma in aggiunta dovrete anche avere un magico certificato, il doklad o právní způsobilosti k uzavření manželství ossia il certificato di capacità matrimoniale.

Che cosa sarebbe questo certificato?

Fondamentalmente è un pezzo di carta in cui si certifica che, secondo la legge del vostro paese, potete sposarvi. Vi chiederete: ma come, se sulla carta d’identità c’è scritto che sono celibe/nubile allora significa che posso sposarmi, no?

Ehm, no. Non proprio.

Perché ci possono essere altri motivi ostativi. Ad esempio, se siete italiani non potete sposare vostro zio (perché per la legge italiana potete accoppiarvi con chiunque ormai senza dare scandalo ma andare a letto con lo zio è ancora tabù). Oppure non potete sposarvi proprio se siete interdetti mentalmente. Ci sono altri paesi dove invece bisogna avere almeno 21 anni per sposarsi, altrimenti serve il consenso dei genitori.

Ogni paese ha delle regole diverse per stabilire se una persona può sposarsi o meno, e la matrika ceca non può saperle tutte né giudicare sui singoli casi.

Ad esempio, in Rep. Ceca potete sposarvi se avete 18 anni, ma se siete cittadini di uno stato che richiede 21 anni o il consenso dei genitori la matrika ceca non può saperlo. Quindi vi chiede di portare un certificato di capacità matrimoniale rilasciato dal vostro Stato dove c’è scritto che secondo la legge del vostro Stato potete sposarvi. A questo punto voi o la vostra dolce metà, se siete stranieri, dovete rivolgervi al vostro Stato e chiedere questo documento. Alle volte si chiama “certificato di capacità matrimoniale” delle volte “nulla osta al matrimonio”, dipende se lo Stato in questione è membro della convenzione di Monaco. Ma la sostanza è sempre quella: alla matrika dovete portare un pezzo di carta rilasciato dal vostro Stato dove dicono che secondo le leggi del vostro paese potete sposarvi.

Qui tutto dipende dal vostro paese.

Se la vostra futura moglie è Colombiana dovrà andare all’ambasciata colombiana e chiedere questo certificato, se voi siete cittadini ucraini dovete chiedere all’ambasciata ucraina, e così via.

Per gli italiani residenti in Italia si chiede il certificato di capacità matrimoniale in comune oppure al consolato se si è iscritti all’AIRE.

I documenti necessari variano da Stato a Stato. Se per esempio il vostro marito è cittadino statunitense gli basterà andare in ambasciata, fare una dichiarazione giurata e gli danno questo benedetto certificato, mentre cittadini di altri Stati devono portare documenti vari, fare pubblicazioni, cazzi e mazzi.

Quindi seguite le indicazioni dell’ambasciata del vostro paese.

Ovviamente tutti i documenti devono essere legalizzati (quindi ci vuole una bella apostille sui certificati) e tradotti in ceco da un traduttore giurato. Va un po’ meglio coi certificati dell’UE perché esistono i certificati multilingue armonizzati. Sono cioè normali certificati a cui viene aggiunta la traduzione del certificato in un’altra lingua dell’UE (non è che gli impiegati traducono il certificato da soli perché sono poliglotti, hanno dei moduli in automatico per farlo).

Va un po’ peggio per i paesi che non forniscono l’apostille perché non fanno parte della convenzione de L’Aia. E lì sono cazzi, dovete vedere il caso specifico. Io inizio a farvi i miei auguri.

In generale però posso dirvi che la matrika accetta ogni pezzo di carta rilasciato dall’ambasciata del vostro paese, basta che ci sia scritto quello che vogliono sentirsi dire. Quindi se convincete la vostra ambasciata a scrivere che potete sposarvi su carta intestata siete a posto.

In ogni caso, difficilmente sarete il primo cittadino del vostro Stato che si sposa in ČR, quindi di solito la vostra ambasciata sa già come muoversi.

Dimenticavo, il certificato di capacità matrimoniale non deve essere più vecchio di 180 giorni. Quindi fate bene i conti con il calendario.

Il certificato di capacità matrimoniale però non è l’unico certificato. Dovete anche portare:

  • prova della vostra cittadinanza (e qui basta il passaporto)
  • evidenza del vostro stato civile: se avete scritto celibe/nubile sui documenti dovrebbe bastare, altrimenti dovete andare alla vostra ambasciata e chiedere un certificato in cui si dichiara che siete celibi o nubili (spesso dopo aver rilasciato una dichiarazione giurata)
  • evidenza del vostro indirizzo permanente: se avete la residenza permanente in ČR portate il librettino verde del trvalý pobyt, oppure portate altri documenti dove c’è la vostra residenza permanente. Anche in questo caso, se non c’è scritto sui vostri documenti ve lo fate certificare dalla vostra ambasciata.

Spesso le ambasciate, tra l’altro, certificano le tre cose insieme (capacità matrimoniale, stato civile e indirizzo) in un unico documento.

Alcune ambasciate richiedono inoltre una conferma della data delle nozze prenotata alla matrika per poter procedere con le pubblicazioni e darvi poi i certificato di capacità matrimoniale. Alcune simpatiche addette alla matrika vi diranno che finché non portate tutti i documenti non vi confermano la data. Il che vi mette in un loop infinito: se la matrika non vi dà la data non potete avere il certificato di capacità matrimoniale dall’ambasciata. ma se non avete questo certificato non potete avere la data.

Dopo aver sbattuto la testa contro il muro uscite dal loop infinito facendo così: dite alla matrika che possono darvi una conferma con la data del matrimonio anche se ancora non avete tutti i certificati. Lo possono fare (lo hanno fatto per me), che lo facciano e non rompano il cazzo.

Burocrazia prematrimoniale se siete stranieri extracomunitari

Non solo dovrete preparare tutti i documenti come spiegato qui sopra (e pagare un fottio di soldi per le traduzioni giurate) ma dovrete portare un ulteriore certificato.

Già, perché dovrete anche dimostrare che vivete legalmente in Rep. Ceca per potervi sposare.

A differenza dell’Italia, dove ci si può sposare anche da clandestini, in ČR se sei un cittadino extracomunitario devi dimostrare che vivi legalmente nel paese. E voi direte: presento il permesso di soggiorno che mi ha dato a suo tempo il Ministero dell’Interno e sono a posto, no?

No.

Dovete andare alla cizinecká policie e farvi fare un certificato in cui dicono che vivete qui legalmente.

Attenzione:

  • questo certificato deve essere non più vecchio di 7 giorni alla data del matrimonio. Quindi significa che puoi farlo l’ultima settimana prima di sposarti, e visto che ora la cizinecká policie è aperta due giorni a settimana significa che hai solo due mezze giornate per fare questo certificato. Se qualcosa va storto il matrimonio non si può fare.
  • la cizinecká policie non è dove hai fatto la registrazione come straniero residente in Rep. Ceca (benché la gente chiami così quel posto). Quello è il dipartimento per le politiche migratorie e d’asilo del ministero dell’Interno (ministerstvo vnitra – odbor azylové a migrační politiky). La cizinecká policie è un’altra cosa: è l’ufficio che, per Praga, sta a Olšanská 2176/2, Praha 3 (per capirci, lo stesso ufficio dove si fanno le lettere di invito per gli extracomunitari). Quindi dovete andare lì. E fare quanto segue.

Troverete degli agenti a cui dovrete spiegare molto bene che il certificato di residenza legale in Repubblica Ceca (potvrzení o oprávněnosti pobytu na území České republiky) vi serve per il matrimonio. Perché se non capiscono che è per il matrimonio vi dicono di andare al ministero dell’Interno. Mentre invece lo fanno lì. Quindi se vi dicono di andare da un’altra parte insistete e fate presente che serve per il matrimonio.

C’è anche un cartello all’ingresso dove c’è scritto che in quel posto fanno il certificato di residenza legale in ČR per il matrimonio. Se l’agente di turno non conosce la parola oprávněnost provate a usare la parola legálnost e, forse, capisce. Ma dato che il ceco è una lingua slava, probabilmente l’agente conosce la parola di origine slava e non quella latina.

Per questo certificato dovrete portare una marca da bollo (kolková známka o semplicemente kolek) da 50 corone. La si compra all’ufficio postale (se andate alla cizinecká policie di Praga ce n’è uno a pochi metri di distanza).

Una volta che avete questo certificato lo portate alla matrika.

Ovviamente tutti gli altri certificati li portate prima. Questo, per forza di cose, dovete portarlo l’ultima settimana, ma gli altri vanno portati prima per dare tempo agli impiegati di esaminarli.

Il pagamento

Una volta che avete portato tutti i certificati alla matrika dovrete pagare un contributo per il matrimonio:

  • se nessuno dei due nubendi ha la residenza permanente sono 3.000 corone,
  • se invece solo uno ha la residenza permanente sono 2000 corone.

Una volta che avete pagato non ve li restituiscono più, quindi se cambiate idea all’ultimo minuto perché scoprite la vostra futura moglie mentre giace con il testimone, avete perso i soldi (ma suppongo che nel caso sarebbe l’ultima delle preoccupazioni).

Il formulario

Quando vi presenterete alla matrika per scegliere il giorno delle nozze vi faranno compilare anche un formulario (dotazník k uzavření manželství).

Il formulario contiene le solite cose banali: nome, cognome, data di nascita, cognome alla nascita… ma poi contiene una sezione importante, la scelta dei cognomi. E qui dovrete fare molta attenzione, come vedremo nel volume #3.

Tutti gli articoli sul matrimonio in Repubblica Ceca

Link al riassuntone


Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato su cosa succede a Praga e in Repubblica Ceca, metti Mi Piace sulla nostra pagina Facebook “Italia Praga one way” e aggiungimi agli amici.
Non dimenticare di seguire anche il nostro canale Instagram.
Hai domande da farci? Iscriviti al gruppo ufficiale “Italiani in Repubblica Ceca”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.