8.3 C
Praga
TM Ads

Tradizioni ceche: i mercatini di Natale in Repubblica Ceca

Date:

Share:

- FM Ads -

I mercatini di Natale in Repubblica Ceca (Vánoční trh, ger. Weinachtmarkt) sono una delle tante tradizioni ereditate dal periodo di dominazione austro teutonica.

Come in Germania, i mercatini di Natale in Repubblica Ceca si svolgono a partire da fine di novembre. Molte delle piazze ceche, sia delle città che dei paesi più piccoli, si riempiono dei tipici gazebo a forma di casa, fatti in legno, che vendono prodotti tipici. Nelle piazze in cui questi gazebo sono presenti per tutto l’anno, di solito sotto Natale aumentano. Tra le principali specialità troverete questi prodotti.

Ribolla (Svařené víno, Svařák)

Il vero e proprio classico. La ribolla ceca è un po’ diversa dalla natra, essendo molto più speziata. Viene infatti aromatizzata con cannella, chiodi di garofano, anice e arancia (o limone). Ti scalda anche con -15°, ti stende al terzo bicchiere. Particolarmente rinomati sono i trhy di Praga e Český Krumlov.

Trdelník

Il tipico dolce che trovate tutto l’anno in quasi tutte le piazze delle città turistiche. Si tratta di una sfoglia farcita (se mi è concesso il termine) con zucchero, cannella e mandorle tritate o altra frutta secca. Ai mercatini di Natale viene venduto caldo. Per quanto sia spacciato per un dolce tipico ceco, è anch’esso un’eredità asburgica, che però con Praga ha poco da spartire. Si tratta in realtà di un dolce con origini antichissime e giunto nell’impero dall’Ungheria. Il suo nome magiaro è kürtőkalács pertanto, se volete saperne di più, vi rimandiamo ai nostri colleghi di Ungheria News e in particolare a questo articolo.

- TM Ads -

Medovina

Da alcuni definita “il male”, da altri “la Scarlett Johannsonn degli alcolici”, la medovina è un liquore al miele. Viene prodotto solo a livello artigianale, sicché procurarsene una bottiglia in un supermercato è già difficile, trovarla in un bar rasenta l’impossibile. Per procurarsela bisogna andare, quando è stagione, nei paesini fuori Praga come Karlštejn. Oppure attendere i mercati di natale, dove viene venduta calda. Sotto i 30° alcolici, praticamente inoffensiva nei confronti della lucidità personale.

Prosciutto

Sei a Praga, vuoi non mangiar prosciutto? In effetti i mercati di strada lo vendono tutto l’anno, a natale però torna particolarmente utile per far strato contro il freddo e, non ultimo, il prosciutto viene cotto in diretta, quindi si può approfittare del caldo della fornace.

Punch (Punč, pronunciato con la U)

Secondo la ricetta, il punč è un grazioso misturone di acqua, rum, zucchero (e questi tre elementi da soli fanno un grog), limone e altre spezie. Di recente alcuni hanno aggiunto i succhi alla frutta. Il miglior Punč lo trovate a Olomouc.

In assoluto, i trhy più famosi sono quelli di Praga (quest’anno dal 26 novembre al primo gennaio) e di Olomouc (dal 20 novembre al 23 dicembre). A Olomouc li troverete nel centro storico e soprattutto nella grande piazza principale. A Praga li troverete a Náměstí Republiky (piazza della Repubblica), a Staroměstské Náměstí (piazza della Città Vecchia), a Václavské Náměstí (piazza Venceslao) e a Karlovo Náměstí (piazza Carlo)

Altro nella sezione vivere


Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato su cosa succede a Praga e in Repubblica Ceca, metti Mi Piace sulla nostra pagina Facebook “Italia Praga one way” e aggiungimi agli amici.
Non dimenticare di seguire anche il nostro canale Instagram.
Hai domande da farci? Iscriviti al gruppo ufficiale “Italiani in Repubblica Ceca”.

- FM Ads -
Tiziano Marasco
Tiziano Marascohttps://www.tizianomarasco.com
Il Vojvoda | Friulano di nascita, parla 9 lingue e scrive in 4 alfabeti. Ha studiato metallistica all'università di Hedlund e seguito le lezioni del professor Krull. Alimenta la fiamma di Trockij, si è stabilito a Praga nel 2011. All'epoca stava fuggedo dalla Russia, dove aveva tentato di sabotare la rielezione di Putin. Riparato a Vienna ha provato a convincere gli austriaci a riprendere le loro terre, stabilendo però il parlamento al Karlmarxhof. Fallito anche questo tentativo, si è stabilito a Praga dove lo aveva invitato il suo amico Egon Bondy. Potete trovarlo a Žižkov travestito da Major Zeman. Per italia praga one way fa il favellatore di lingua ceca e riceve mezzo chilo di halušky al mese (con la bryndza e la slanina, mica quelli coi crauti).
FM Ads

━ more like this

CS IIC: “Sardegna, un’emozione da vivere tutto l’anno”

Si trasmette il comunicato stampa dell’Istituto italiano di cultrura (IIC) a Praga relativo a un ciclo di iniziative con i tour operator dell’Europa centrale...

CS IIC: “lo spazio incontra la cultura”, workshop su come scoprire e preservare il patrimonio culturale dallo spazio

Si trasmette il comunicato stampa dell'Ambasciata d'Italia a Praga relativo al workshop "Lo spazio incontra la cultura", svoltosi all'Istituto italiano di Cultura di Praga...

CS ICC: “Spirito di pace”, personale del Maestro Giorgio Celiberti per il giorno della memoria

Riportiamo il comunicato stampa dell’Istituto italiano di cultura (IIC) sulla mostra personale del Maestro Giorgio Celiberti per il giorno della memoria. Nel quadro delle commemorazioni...

Altra Praga: la casa del suicida e la casa della madre del suicida

Il monumento "Casa del suicida e Casa della madre del suicida" è dedicato a Jan Palach e a sua madre Libuše Palachová. L'installazione Casa del suicida...

L’altra Praga: Palazzo Desfours

A prima vista, Palazzo Desfours sembra un palazzo qualsiasi in stile neoclassico. Ma è dietro quell'austera facciata che si nascondono interni magnificamente decorati. Palazzo Desfours...

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.